Email aziendale? Sì aTelecom, Libero e Tiscali. Dati Bancomail

di Noemi Ricci

scritto il

Pubblicato da Bancomail il II Rapporto sulla scelta del provider per servizi di mailing aziendale. Palma d'oro a Telecom, Libero e Tiscali. Poco spazio per i new entrant

È stato pubblicato in questi giorni il secondo report realizzato da Bancomail sul grado di diffusione dei servizi di posta elettronica aziendale offerti dai principali provider italiani.

Le imprese soggette ad analisi sono state in tutto 123.526, dalle quali è emersa una netta preponderanza del gruppo Telecom – comprensivo dei servizi/domini Alice, Tin, Virgilio e così via – ed il gruppo Libero-Wind, scelti rispettivamente da 44.587 e 44.011 aziende.

Con un totale di 88.598 aziende, i due provider detengono una quota di mercato pari al 71,7% del totale.
Segue Tiscali, scelto da 19.532 (15,8%) aziende.

Il resto dei risultati risulta alquanto deludente, in particolar modo per quanto riguarda nomi di spicco come Fastweb, tanto diffuso come provider di connettività quanto poco adottato per soluzioni di mailing, registrando un esiguo 1,06% (1.314 aziende).

Allo stesso modo, i due colossi del Web mondiale Microsoft e Yahoo! ottengono rispettivamente il 2,24% e l’1,57%. Tuttavia, il risultato più sorprendente riguarda Google Gmail, servizio scelto da appena 246 aziende, ovvero lo 0,2%.

Il rapporto dimostra come non sia facile convincere gli imprenditori a cambiare provider: a farla da padrone sono infatti i primi arrivati sul mercato, fornendo email gratuite o legate all’offerta di connettività. Telecom, Libero e Tiscali, di fatto, coprono insieme quasi per intero la domanda complessiva (87,5% del campione).

I Video di PMI

Video su Facebook: impariamo dai più bravi