Tratto dallo speciale:

Linux nel cloud con Microsoft e Red Hat

di Francesca Vinciarelli

scritto il

Microsoft e Red Hat mettono Linux nel cloud con una partnership volta a garantire tutti i vantaggi dell'ambiente Linux ai clienti enterprise.

Siglata tra Microsoft e Red Hat una nuova partnership volta ad incentivare l’adozione di soluzioni Hybrid Cloud tra le imprese offrendo maggiore flessibilità nell’implementare soluzioni Red Hat su Microsoft Azure. L’accordo siglato tra le due società prevede infatti integrare Linux sull’infrastruttura cloud di Azure. Un accordo che rientra nella strategia di Openness di Microsoft e in una logica di crescente interoperabilità il cui scopo principale andare incontro ad ogni possibile esigenza infrastrutturale dei propri clienti, anche non esclusivamente legata al proprio sistema operativo. Ad essere interessate dall’accordo sono soprattutto le imprese, visto che Red Hat ha il potenziale per attrarre questo tipo di utenza, molto più di una qualsiasi altra distribuzione di Linux.

=> Microsoft e STM, insieme per l’IoT nelle PMI italiane

La partnership prevede che Microsoft offra Red Hat Enterprise Linux come scelta privilegiata per i flussi di lavoro enterprise Linux su Microsoft Azure e una disponibilità nativa delle soluzioni Red Hat su Microsoft Azure, nonché una collaborazione tra le due aziende per rispondere alle esigenze di imprese, ISV e sviluppatori legate allo sviluppo, all’implementazione e alla gestione di applicazioni su software Red Hat attraverso cloud pubblico e privato.

=> Microsoft: le soluzioni per il business 2.0

Dunque Microsoft Azure diventerà un “Cloud and Service Provider” certificato da Red Hat, consentendo l’utilizzo delle proprie applicazioni Red Hat Enterprise. Prevista inoltre la condivisione del supporto di livello enterprise: i clienti potranno beneficiare in modo integrato di supporto cross-platform e cross-company per l’offerta Microsoft e Red Hat. Grazie alla partnership fra le due aziende sarà possibile possibile gestire in modo unificato i carichi di lavoro tra implementazioni di hybrid cloud. Red Hat CloudForm sarà interoperabile con Microsoft Azure e Microsoft System Center Virtual Machine Manager, offrendo ai clienti di Red Hat la possibilità di gestire Red Hat Enterprise Linux sia su Hyper-V, sia su Microsoft Azure.

=> Future Decoded: a Roma la tecnologia del futuro

In ultimo le due aziende collaboreranno anche su .NET per una nuova generazione di funzionalità per lo sviluppo di applicazioni. Arricchendo la preview di .NET su Linux annunciata ad aprile, gli sviluppatori avranno accesso alle tecnologie .NET attraverso l’offerta Red Hat.

L’accordo con Red Hat rappresenta un assaggio della nuova visione di Microsoft, quella che verrà presentata il 12 novembre da Satya Nadella a Roma nel corso del Future Decoded 2015.

I Video di PMI

Servizi online della PA: credenziali di accesso