Bonus decoder digitale, poche richieste nel Lazio

di Lorenzo Gennari

scritto il

Nel Lazio prevista l'erogazione di circa 100 mila bonus, del valore di circa 5 milioni di euro, per l'acquisto dei decoder digitali terrestri. Ne sono stati richiesti poche migliaia

Martedì 16 giugno avverrà nel Lazio, lo switch over da tv analogica a digitale terrestre di RaiDue e Rete Quattro. Per consentire l’acquisto del decoder necessario per la sintonizzazione dei canali digitali ai meno abbienti, il viceministro alle Comunicazioni, Paolo Romani, ha previsto da tempo uno sconto di 50 euro da applicare direttamente nei negozi autorizzati.

I requisiti per poter disporre dell’agevolazione sono: la residenza in uno dei 166 comuni coinvolti nello switch-over, età uguale o superiore ai 65 anni, reddito uguale o inferiore ai 10 mila euro (riferito alla dichiarazione dei redditi per l’anno 2007), carta d?identità, codice fiscale e ricevuta del pagamento del canone Rai 2009.

Da Viale Mazzini sono state già inviate per posta, a tutti gli abbonati al servizio radiotelevisivo, le comunicazioni dell’imminente cessazione delle tramissioni analogiche dei due canali. Con l’occasione, la Rai ha informato tutti i destinatari circa il bonus con relative istruzioni e requisiti per farne richiesta. Risultato: pochissime richieste, nell’ordine di alcune migliaia.

In effetti, i paletti imposti per l’ottenimento del bonus lasciano quasi pensare che siano davvero poche le persone aventi tutte le caratteristiche elencate; eppure, l’ipotesi fatta dall’agenzia di stampa “Il Velino” e cioè che il povero anziano preferisca “stare zitto”, se per avere un bonus di 50 euro, debba averne già versati 107 alla Rai, non appare affatto peregrina.

Per il viceministro Paolo Romani, non c’è stata sufficiente diffusione delle informazioni relative al bonus e per questo è già in procinto di attivare una campagna supplementare ad hoc per informare meglio la popolazione.

I Video di PMI