Kaspersky: Mac, Linux e BSD saranno gli obiettivi dei prossimi attacchi

di Emanuele Orlando

scritto il

Eugene Kaspersky, fondatore nel 1997 dell’azienda specializzata in sicurezza informatica Kaspersky Lab, ha rilasciato importanti dichiarazioni sul futuro della sicurezza dei sistemi Linux, Mac e BSD.

Presto malware ed attacchi di cracker saranno un problema anche per Linux, Mac e BSD. Questi sistemi non sono così sicuri come credono gli utenti. Per ora i criminali informatici sono più attratti dal Web che dai sistemi operativi ma nel futuro le cose cambieranno

Kaspersky sembra avere le idee ben chiare anche sui motivi di questa poca sicurezza dei tre sistemi citati.

Ad oggi gli utenti vogliono sistemi facili da utilizzare e allora gli sviluppatori puntano più sulla flessibilità che sulla sicurezza.

Questi futuri attacchi riguarderebbero anche OpenBSD, sistema super-sicuro e famoso per il motto “solamente due buchi di sicurezza remoti con l’installazione di default in oltre 10 anni”.

Non è la prima volta che il leader del noto antivirus rilascia certe dichiarazioni. Maliziosamente c’è chi sostiene che alla base di tutto ci sia un motivo economico. Troppi concorrenti nel campo degli antivirus per ambienti Windows, allora perché non puntare su altri sistemi operativi?