Fisco online: autenticazione con SPID obbligatoria

di Redazione PMI.it

scritto il

SPID obbligatorio per l'accesso ai servizi online dell'Agenzia delle Entrate dal 2018: le anticipazioni del Direttore uscente.

L’Agenzia delle Entrate si prepara a mandare in soffitta il PIN e le credenziali Fisconline per l’accesso ai servizi online del Fisco, rendendo possibile il loro utilizzo solo da parte di chi abbia ottenuto l’identità digitale SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale). Secondo le anticipazioni fornite da Ernesto Maria Ruffini, Direttore uscente dell’Agenzia delle Entrate, nella relazione di fine mandato, l’operazione dovrebbe concludersi entro il 2018.

SPID obbligatorio

A partire da aprile 2018 tutti servizi web forniti dall’Agenzia sono stati resi accessibili, oltreché con PIN e password rilasciati dall’Agenzia, con le credenziali SPID. Entro la fine dell’anno dovrebbe essere dismesso il sistema di rilascio delle credenziali Fisconline per l’accesso ai servizi online da parte delle persone fisiche e lo SPID diventerà l’unico modo di autenticarsi presso la Pubblica Amministrazione e presso gli sportelli virtuali dell’Agenzia delle Entrate.

L’obiettivo sarebbe quello proseguire  nel percorso di semplificazione del rapporto tra contribuenti Fisco, dando un contributo rilevante al complessivo processo di digitalizzazione dell’intero sistema Paese, dando una spinta alla diffusione di una completa identità digitale del cittadino e rendendo più fruibili i servizi online del Fisco.

Si otterrebbe soprattutto una riduzione delle risorse umane e strumentali dell’Agenzia impegnate nel processo di attribuzione delle suddette credenziali. Nella relazione di fine mandato di Ruffini si legge :

Identità digitale

Nel corso dell’ultimo trimestre 2018 si prevede che l’Agenzia dismetta il proprio sistema di rilascio delle credenziali di accesso ai servizi online da parte delle persone fisiche, sostituendolo con SPID.

In tal modo si dà impulso alla diffusione di SPID, rendendo più semplice ed immediato l’accesso ai servizi online da parte dei contribuenti ed al contempo riducendo le risorse umane e strumentali dell’Agenzia impegnate nel processo di attribuzione delle suddette credenziali.