Premio europeo della qualità delle PA, le italiane selezionate

di Lorenzo Gennari

scritto il

La Camera di commercio di Campobasso, l'Azienda sanitaria di Imperia e la scuola statale "Bruno Ciari" di Padova, rappresenteranno l'Italia alla selezione europea delle Pubbliche Amministrazioni virtuose che si terrà a Varsavia.

La Camera di Commercio di Campobasso, l’Azienda sanitaria di Imperia e la Scuola statale “Bruno Ciari” di Padova faranno parte della rappresentativa italiana delle Pubbliche Amministrazioni virtuose che parteciperà alla selezione europea a Varsavia, il 29 e il 30 settembre 2011.

L’evento, organizzato dall’Eupan (European public administration network) mette in palio un premio per il miglior progetto presentato dalle singole PA in base ai risultati ottenuti, alla esemplarità e alla rilevanza del piano messo in atto. Eupan è una rete informale di direttori responsabili di Pubbliche Amministrazioni degli Stati membri dell’UE e, attraverso questa iniziativa, sostiene l’attuazione della strategia di Lisbona, ponendo il cittadino al centro della gestione pubblica ed operando in diversi settori (risorse umane, innovazione, qualità, e-government).

Il tema dell’evento è “Fare bene le cose giuste. Un’amministrazione pubblica più orientata al risultato, in Europa“. Obiettivi ben inquadrati dal progetto per cui è stata selezionata, ad esempio, la Camera di Commercio di Campobasso. Grazie a “Camera Total click“, infatti, l’Ente camerale è stato trasformato in una PA completamente digitale e telematica e ha già ottenuto riconoscimenti, quali la Menzione Speciale nel concorso nazionale “Premiamo i risultati”, presso il Ministero della Pubblica Amministrazione, e il “Premio nazionale dell’Innovazione” presso il Quirinale.

«Essere stati selezionati per il Premio europeo della qualità delle PA è già, di per sé, appagante. Una soddisfazione – ha commentato il presidente della CCIAA, Paolo di Laura Frattura – che ci gratifica di tutto l’impegno assunto in questa direzione e di cui devo riconoscere, soprattutto, l’impegno del personale camerale e l’impulso dato al progetto dagli amministratori e dal segretario generale.

«Questo riconoscimento – ha aggiunto – rappresenta per noi un’ulteriore sfida per continuare a credere nel percorso intrapreso. Ora ci auguriamo che il nostro know how e la nostra esperienza, possano stimolare altre amministrazioni ad allinearsi ad un nuovo modello di pubblica amministrazione che vede istituzioni e cittadini interagire con strumenti innovativi e moderni».