Innovazione, ministero aggiorna azioni strategiche

di Lorenzo Gennari

scritto il

Il ministero per la Pubblica Amministrazione e l?Innovazione ha aggiornato il pacchetto di azioni strategiche nel settore dell?innovazione, mettendo a disposizione, sul suo sito, i nuovi programmi

I programmi aggiornati riguardano la convergenza, il piano di e-Goverment (e-Gov 2012) e le iniziative nel campo dell’innovazione a sostegno del mondo delle imprese e dei cittadini (i2012). Sono pertanto tre i documenti strategici che possono essere scaricati direttamente dal sito del ministero e che completano e ammodernano il portafoglio di politiche per l’innovazione del dicastero.

L’adeguamento dei piani e dei progetti è stato predisposto in un’ottica di semplificazione legislativa, normativa e amministrativa, quella tanto cara al ministro Renato Brunetta, che ora si pone come obiettivo l’allineamento dei traguardi italiani sia con quelli previsti dall’agenda digitale della Commissione Europea, sia con quelli auspicati dall’Ocse nella sua “Innovation strategy“.

Nel primo dei tre Pdf, dal titolo “La convergenza: Riforma e innovazione della PA”, oltre alla descrizione dello scenario e delle azioni previste dal ministero in questo settore, c’è un prospetto con l’elenco dello stato di avanzamento dei lavori in relazione ad ogni progetto.

Il secondo documento è incentrato su “i2012”, il programma del ministero per lo sviluppo dell?innovazione nel Paese. In esso sono stati aggiornati gli elenchi dei partner e degli accordi nazionali ed internazionali per la realizzazione degli interventi a breve e lungo termine previsti dal piano stesso.

L’ultimo file, il più corposo dei tre, riguarda esclusivamente il report di avanzamento attività di quell’insieme di progetti che va sotto il nome di “e-Gov 2012” e che è stato lanciato a gennaio 2009 dal ministro per la PA Renato Brunetta.

Il Piano definisce 27 obiettivi di Governo da raggiungere entro la fine della legislatura ed è aggiornato con alcune iniziative speciali, descritte alla fine del documento.

I Video di PMI

Google Analytics: attenzione alla Frequenza di Rimbalzo!