Rinasce “Forza Italia”, su Internet

di Lorenzo Gennari

scritto il

Il partito confluito nel Pdl, rinasce su Internet. A veicolare le idee per il ritorno di Forza Italia è una pagina di Facebook con 28.500 fans e un sito Internet

I nostalgici del partito che fu possono gioire: Forza Italia è rinata, ma solo su Internet, per ora. Sul sito nuovaforzaitalia.it è possibile iscriversi come soci fondatori, anche se online non ci sono altro che due pagine html dove manca anche una bozza di statuto o un programma di massima.

In realtà si tratta di un’associazione culturale politica e la denominazione esatta è “Nuova ForzaItalia for President“. Nell’informativa per gli aderenti all’iniziativa non c’è traccia dell’indirizzo della sede operativa, nonostante vi si faccia riferimento per la consultazione dei responsabili del trattamento dei dati personali raccolti attraverso il modulo di adesione online. Le informazioni ufficiali sulla costituzione del gruppo sono affidate ai dettagli della pagina di Facebook.

Eppure l’associazione sembra avere il placet del presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, che – si legge su Facebook – il 24 marzo scorso ha effettuato a Polla (SA) una telefonata per sostenere il candidato Episcopo e per dare la sua approvazione e il suo totale sostegno a Nuova Forza Italia for President.

Il simbolo del movimento è formato da tre fiori di ibiscus, con i colori della bandiera italiana e la scritta in blu. Sulla home page si legge: «RICOMINCIARE, insieme sanciremo in modo ufficiale e solenne ciò che tante amiche ed amici ci hanno invitato a fare. Una Grande Nuova ForzaItalia for President per rendere il Paese più forte».

Su Facebook invece è Giancarlo Lehner ad introdurre la nuova realtà politica: «Silvio Berlusconi spende 2 euro per una telefonata di augurio e si ritrova oltre 40 mila adepti, esterni ed in aggiunta al Pdl. Una brutta notizia per Gianfranco Fini, che, invece, sta dilapidando l’onesto tesoro di Almirante, per finanziare le costosissime ed inutili Farefuturo e Generazione Italia».

Dall’intervento di Lehner si capisce quindi chi siano i padri fondatori del movimento e cioè «un gruppo di sodali: Rolando Peccatori, Ivo Fagiolari, Ivan Meacci, Giorgio Vermiglio, Simonetta Losi, Alex Terzi, Loredana Battistini, Anita Francesconi, Gianni Menghetti, Stefania Diaferio, Tina Soncini Massari, Lucia Cassano, Massimo Beltrami, Renzo De Ambrogi, Francesco Arcuri, Arnaldo Mascella, Luciano Liguori, Raffaele Cicalese, Tullia Vivante, Cosimo Vinci, che ha dato vita, autotassandosi, a Nuova Forza Italia».

Gli aderenti, secondo il deputato del Pdl, sarebbero già 40 mila, con un indice di crescita pari a 100 simpatizzanti al giorno. Su Internet «scavalca di 7mila unità lo stesso Pdl, umilia il Pd e ridicolizza i quattro gatti di Generazione Italia. Cliccare per credere», scrive ancora Lehner.

I Video di PMI