L’e-government arriva in Irpinia

di Roberta Donofrio

scritto il

Prende il via la prima fase di digitalizzazione della Pubblica Amministrazione di 15 comuni irpini. Il progetto sarà finanziato dai fondi regionali Por 2000-2006.

Anche l’Irpinia si adegua al Piano E-Gov 2012. Per quindici Comuni irpini inizia il processo di informatizzazione della Pubblica Amministrazione: si tratta nello specifico di Altavilla Irpina, Candida, Castelvetere sul Calore, Caposele, Cesinali, Montefusco, Montefredane, Rotondi, Sorbo Serpico, Salza Irpina, Santa Lucia di Serino, Greci, Montaguto, Chiusano San Domenico e Montefalcione.

Il progetto di digitalizzazione del territorio sarà realizzato grazie ai fondi regionali del Por 2000-2006 e con le soluzioni software sviluppate dalla società Futuretech. I primi tre interventi saranno il Protocollo Informatico per la gestione documentale, il Sistema Informativo Territoriale (SIT) e il Sistema Fax Web.

Concorrerà al raggiungimento dell’innovazione tecnologica dell’Irpinia l’attivazione dei principali servizi online per la Pubblica Amministrazione: certificati digitali per i cittadini e dematerializzazione dei documenti.

«Bisogna guardare avanti insieme – ha commentato l’amministratore unico Futuretech, Antonio Ripa – individuare soluzioni per il rilancio del nostro territorio e candidare l’Irpinia ad essere il baricentro in Campania per il settore IT, puntando insieme su quelle che sono le grosse opportunità dei prossimi anni, dall’Expo 2015 al mercato del bacino Sud del Mediterraneo».

I Video di PMI

Servizi online della PA: credenziali di accesso