Presentato “Lavoriamo insieme”, il premio per le PA innovative

di Francesca Mancuso

scritto il

All'interno del Forum PA 2009, che si terrà a Roma dall'11 al 14 maggio, saranno premiate le Pubbliche Amministrazioni che abbiano svolto progetti legati all'innovazione, alla semplificazione e alla trasparenza

Un premio per le amministrazioni più “innovative”. Nell’ambito dei lavori di presentazione di Forum PA 2009 che si terrà a Roma dall’11 al 14 maggio, è stato presentata ieri a Palazzo Chigi dal Ministro per la Pubblica amministrazione e l’innovazione, Renato Brunetta, l’iniziativa “Lavoriamo insieme“. Scopo della proposta sarà quello di premiare le amministrazioni che abbiano realizzato o abbiano in progetto interventi che mettono in pratica gli indirizzi di governo soprattutto in settori chiave come l’innovazione.

In particolare, gli ambiti di riferimento del premio saranno 4: le pari opportunità, il piano e-government 2012, i procedimenti di semplificazione per i cittadini e per le imprese, la lotta alla corruzione. Per le PA sarà un modo nuovo per far conoscere le buone pratiche attuate ma soprattutto l’impegno verso il cambiamento e l’innovazione. Inoltre, le amministrazioni premiate o segnalate potranno ricevere un riconoscimento pubblico o entrare a far parte di reti di cooperazione e scambio fra amministrazioni.

Chi può partecipare? Saranno ammessi al premio: Amministrazioni centrali e periferiche dello Stato, Aziende sanitarie e ospedaliere, Comuni e Unioni di Comuni, Regioni, Province, Istituzioni scolastiche, Università e Istituzioni dell’Alta Formazione Artistica e Musicale, Enti pubblici non economici e Camere di Commercio, Industria e Artigianato. Quali sono le tematiche dei progetti? Elencati di seguito i temi, suddivisi per categoria.

Pari oppurtunità

Nell’ambito delle pari opportunità, saranno valutati i progetti riguardanti: la valoriazzazione delle risorse umane, i servizi che favoriscano la conciliazione dei tempi di vita e di lavoro, l’uso delle tecnologie della comunicazione e dell’informazione per favorire le pari opportunità.

Piano e-Government 2012

Nell’ambito del piano e-government 2012, saranno valutati i progetti riguardanti: l’efficienza e la riduzione dei costi dei servizi grazie all’innovazione, la dematerializzazione finalizzata alla semplificazione, all’accessibilità e alla digitalizzazione dei servizi, il coinvolgimento dei cittadini e del personale.

Semplificazione per cittadini e imprese

Nell’ambito della semplificazione amministrativa, saranno valutati i progetti riguardanti: la riduzione dei costi della burocrazia, la trasparenza, la riduzione dei tempi dei procedimenti, la semplificazione delle modalità di accesso ai servizi e alle procedure.

Lotta alla corruzione

Nell’ambito della lotta alla corruzione, saranno valutati i progetti riguardanti: la trasparenza dell’attività contrattuale in particolare per appalti di opere e servizi pubblici, l’adozione di specifici codici di condotta per ambiti di attività esposti al rischio di corruzione, la partecipazione degli stakeholders all’azione amministrativa.

I progetti saranno valutati da 4 giurie composte da esperti del settore, rappresentanti istituzionali e stakeholders. La valutazione si baserà sulla rilevanza del problema affrontato e dei risultati conseguiti o attesi, sulla partecipazione degli stakeholders, sulla cooperazione tra amministrazioni diverse, sulla partnership pubblico-privato e infine sull’innovatività delle soluzioni proposte.