Palermo: un’email per segnalare i randagi

di Marina Mancini

scritto il

Il canile municipale di Palermo entra in Internet: presto sarà possibile segnalare via email cani e gatti randagi

Un’email presto basterà per segnalare la presenza di cani e gatti randagi nel capoluogo siciliano.

A comunicarlo l’assessore comunale all’Igiene e Sanità Aristide Tamajo, che ha annunciato che i lavori per la realizzazione tecnica sono già iniziati per fare entrare in rete il canile municipale palermitano.

Da principio il servizio verrà promosso sul portale comunale, verrà subito attivata una casella di posta elettronica che potrà essere controllata direttamente dagli operatori del canile e permetterà di interagire con i cittadini che intendano fare le proprie segnalazioni in maniera tempestiva.

La realizzazione del servizio è stata affidata alla Sispi – (Società sistema Palermo informatica) per un costo di 13 mila e 963 euro. La società si sta occupando anche di inserire i punti elettrici all’interno degli uffici comunali del canile e computer e stampanti.

In seguito verrà realizzato un vero e proprio sito tutto dedicato al canile municipale dal quale sarà possibile vedere le foto dei cani ospitati presso il canile e richiederne l’adozione. Dal portale si può creare anche un collegamento per poter accedere al sito dell’anagrafe canina provinciale di competenza dell’Asl 6. Ma per questo progetto l’amministrazione comunale del capoluogo siciliano non ha ancora fornito una tempistica.

Sul portale del Comune di Palermo vi è già attiva una sezione dedicata ai diritti degli animali.

La possibilità di poter visualizzare le foto dei cani permetterà agli animali traditi dai padroni e abbandonati lungo le strade cittadine di poter trovare un nuovo padrone che, con un po’ di fortuna, potrà mostrare più affetto di chi lo ha abbandonato creando problemi all’animale e alla sicurezza pubblica.