Con Doctorcup gli esami si prenotano online

di Marina Mancini

scritto il

Azzererà le liste d'attesa per chi ha necessità di visite ed accertamenti urgenti: si tratta di DoctorCup, il nuovo servizio sanitario della Regione Lazio

DoctorCup è il nuovo servizio sanitario di prenotazioni online che partirà a settembre per opera della Regione Lazio.

Grazie a questa iniziativa il medico di famiglia o il pediatra potranno decidere, per i casi urgenti, di prenotare online direttamente davanti al paziente e in pochi minuti, l’esame o la visita necessaria. Le prestazioni dovranno essere erogate entro 48-72 ore.

Niente lista di attesa dunque per i pazienti con uno stato di effettiva
necessità di prestazioni urgenti.

Presso gli studi di medici di base ed i pediatri è già stata distribuita una card con un codice personale, per effettuare attraverso un CUP (centro unificato di prenotazione riservato) le prenotazioni necessarie al paziente.

L’idea è nata per istituire una corsia preferenziale per una serie di
patologie che effettivamente hanno bisogno di cure prestate in tempi rapidi,
prime fra tutte le patologie tumorali.

In particolare, tra le patologie che permetteranno l’accesso prioritario alla prenotazione tramite il medico di famiglia le patologie neoplastiche (il
tumore), le patologie vascolari subacute (come una sospetta trombosi venosa
profonda), la sospetta rottura del menisco o di ernia discale con compressione
del nervo.

Il servizio di prenotazioni prioritarie è stato sperimentato per quattro anni dall’Assessorato alla Sanità della Regione Lazio con la collaborazione della FIMMG federazione Italiana Medici di Medicina Generale.

La sperimentazione è stata necessaria per verificare che non vi fossero ingolfamenti nelle prenotazioni ne abusi. Dalla FIMMG, infatti, spiegano che non si è trattato né di cercare delle
scorciatoie né un mezzo per aggirare le liste di attesa, ma per garantire un sistema per fare prevenzione diagnostica precoce.

Ancora una volta dunque le innovazioni tecnologiche vengono in soccorso della sanità pubblica.