FarmaVia, la farmacia si cerca online

di Marianna Di Iorio

scritto il

LAit, con la collaborazione dell'Ordine dei Farmacisti di Roma, ha realizzato un servizio che consente di cercare online gli indirizzi e gli orari delle farmacie di Roma

Si chiama FarmaVia il progetto realizzato da LAit, con la collaborazione dell’Ordine dei Farmacisti di Roma, che permette ai cittadini di cercare online le farmacie di Roma.

Per utilizzare il servizio, disponibile all’indirizzo www.farmavia.regione.lazio.it e sul sito della Regione Lazio, anche in versione mobile, è necessario inserire l’orario o l’indirizzo per trovare la farmacia più vicina.

«Dopo un periodo sperimentale, a cui è seguita una verifica del lavoro svolto, il servizio è pienamente operativo. Ciò è possibile grazie all’Ordine dei Farmacisti di Roma, partner fondamentale del progetto, che ha messo a disposizione di LAit i dati e il calendario dei turni di apertura, diurni e notturni. Quella che abbiamo adottato con l’Ordine è una solida collaborazione, il cui scopo è proporre servizi in grado di assecondare i bisogni della collettività», ha così affermato Regino Brachetti, Presidente di LAit.

L’utente definisce un raggio di distanza dove rintracciare la farmacia richiesta. Una volta inserito il dato, viene visualizzata una mappa oppure una indicazione testuale. Al momento con FarmaVia sono disponibili soltanto gli indirizzi delle strutture presenti a Roma, ma l’obiettivo è di coinvolgere anche gli altri Ordini locali, per ampliare il servizio all’intero territorio regionale.

«Quella siglata con LAit è un’intesa virtuosa, nel segno di prestazioni più efficienti fornite alle persone, e della tutela della loro salute. Si tratta di una partnership che insieme a FarmaVia, al quale siamo felici di collaborare, si è concretizzata anche nel progetto europeo Midir, per il monitoraggio e la diffusione dei dati sui rischi della vendita online di farmaci, pratica estremamente pericolosa, perchè spesso caratterizzata dalla commercializzazione di sostanze contraffatte, o nocive», ha affermato il dott. Emilio Croce, Presidente dell’Ordine dei Farmacisti di Roma.