Ue: online il sito su ricerca e sviluppo del semestre francese

di Marina Mancini

scritto il

Nel semestre francese di Presidenza del Consiglio dell'Unione attivo un portale informativo su sviluppo e ricerca

Il Cordis, il servizio comunitario d’informazione per R&S ha lanciato sulla rete un nuovo portale
http://cordis.europa.eu/france/presidency/ che offre informazioni su
ricerca
e sviluppo.

Il lancio coincide con il passaggio della Presidenza del Consiglio
dell’Unione dalla Slovenia alla Francia avvenuto il primo luglio.

Sviluppato da Cordis in collaborazione con le autorità francesi competenti, il portale è in lingua francese ed inglese.

Il Paese guidato da Sarkozy ha evidenziato tra le sue priorità, dei prossimi sei mesi di Presidenza, proprio la ricerca e lo sviluppo.

Quattro le parole chiave del nuovo corso delineato dalla presidenza francese: un approccio comune al tema dell’immigrazione; il cambio climatico; una politica sull’energia; l’appoggio a una politica comunitaria di sicurezza e difesa.

L’obiettivo globale di questo paese è monitorare l’ulteriore sviluppo dello Spazio europeo della ricerca (SER), che ha istituito un’area senza frontiere per la ricerca nella quale le risorse scientifiche sono
utilizzate meglio al fine di incrementare l’occupazione e la competitività in Europa, programma fondamentale per la soluzione di una serie di problematiche economiche, sociali, ambientali, scientifiche e tecnologiche.

Le principali questioni che verranno affrontate durante i sei mesi francesi
includono le iniziative sulle quattro parole chiave del nuovo corso, già
evidenziate, e la promozione del ruolo dell’Ue come protagonista nel campo della
ricerca spaziale, oltre ad impregnarsi per la realizzazione di un Brevetto europeo.

Il portale fornisce anche un servizio informativo attraverso un notiziario
che aggiornerà studiosi e curiosi sulle politiche europee applicate alla
ricerca.

Sul sito anche una sezione dedicata agli eventi dove venire a conoscenza di
tutte le conferenze, gli incontri ed i dibattiti sulla scienza organizzati in
Francia ed a Bruxelles.

Dopo i sei mesi di presidenza della Francia che scadranno a dicembre sarà la volta della Repubblica Ceca (primo semestre del 2009 seguirà la Svezia (Secondo semestre).