Sardegna, il CRESSAN

di Stefano Pierini

scritto il

Le strutture di coordinamento e di supporto regionale per lo sviluppo della Società dell'informazione in Sardegna: il Centro Regionale dei Servizi Informatici e Telematici per il Sistema Sanitario

Nel primo articolo, pubblicato il 9 Aprile, avevamo illustrato la funzione individuata negli assestamenti programmatori della Regione Sardegna in merito al Centro Regionale di Competenza. In questa seconda parte analizzeremo in dettaglio ruolo, funzioni e ricadute operative del CRESSAN.

Il Centro è una struttura di uno specifico settore operativo e la sua azione si interseca con le politiche in ambito dei servizi sanitari approvate dal Consiglio Regionale il 19 gennaio 2007 (Piano Regionale dei Servizi Sanitari) che individua nel SISaR (Sistema Informativo sanitario integrato) uno strumento di razionalità, di integrazione ed anche di oculata gestione finanziaria. Un sistema informativo articolato in un Centro regionale di servizi e la nuova Rete Telematica capace di esprimere i fabbisogni locali. Nelle linee operative del SISaR si evidenziano:

  • un centro servizi che offre in outsourcing azioni di pianificazione e monitoraggio a tutte le aziende sanitarie, una tracciabilità dei cittadini assistiti e delle spese, attraverso il collegamento con la tessera sanitaria e la messa in rete dei medici generici e dei Pediatri a libera scelta, delle farmacie e delle strutture di servizio pubbliche e private
  • una gestione dei servizi assistenziali che prevede un sistema di prenotazione, una verifica della qualità sanitaria erogata e un sistema di archiviazione dati

È in tale operatività che si colloca la nascita del CRESSAN a cui tutte le aziende (sanitarie, ospedaliere, miste) attraverso la Rete Telematica, si dovranno collegare.
Il CRESSAN dovrà offrire in coerenza con la politica del SISaR il sistema informativo sanitario direzionale, il sistema informativo gestore risorse-CUP e quello sanitario amministrativo. In collegamento con il Centro Servizi Regionale che supporta, tramite la Rete Telematica, la gestione dell’implementazione della Banda Larga, il CRESSAN condividerà tutti i servizi infrastrutturali e in particolare quello di connettività, sicurezza, di interoperabilità e di cooperazione applicativa, in un’ottica di sistema integrato informazione-erogazione dei servizi.

Le finalità del progetto

Quale strumento attuativo delle linee espresse dal Piano Sanitario Nazionale e Regionale 2006-2008 oltre che della Politica per la Sanità Elettronica e del Sistema Pubblico di Connettività, il progetto prevede i seguenti interventi:

  • controllo della spesa sanitaria
  • monitoraggio delle prestazioni
  • continuità del servizio (integrazione in rete dei professionisti sanitari)
  • accessibilità dei servizi per i cittadini
  • miglioramento della qualità anche attraverso l’attuazione della formazione continua in medicina, l’avvio della telemedicina e la valutazione con appositi indicatori, dei risultati conseguiti

Pertanto il SISaR favorirà lo sviluppo dell’ICT nei cittadini, negli operatori sanitari, nelle aziende sanitarie e nei funzionari della PA Regionale.