Comune di Pesaro, progetto E-demps

di Stefano Pierini

scritto il

Presentazione del progetto E-demps, E-democracy con il Piano Strategico, avviato dal Comune di Pesaro nel Gennaio 2006 e cofinanziato dal Ministero per l'Innovazione Tecnologica

3.La Partecipazione. La governance europea si regge sulla corretta informazione e tra le altre cose anche sulla più ampia possibilità di partecipazione. Partecipazione, democrazia e strumenti dell’ICT si stanno sperimentando in un contesto di scarse risorse finanziarie, di cambiamento delle identità culturali, di problemi di integrazione sociale, di maggior richiesta da parte dei cittadini di servizi di qualità e delle imprese nei riguardi della PA.

In questo scenario di potenzialità e di nuovi orientamenti illustriamo le attività sviluppate dal progetto. I partners hanno deciso di far emergere i fabbisogni locali attraverso 3 fasi:

  1. analisi delle esigenze degli Enti, considerando e valorizzando il fatto che alcune amministrazioni avevano avuto precedenti esperienze di pianificazione strategica
  2. valutazione dei benchmark di soluzioni nel settore dell’Open Source
  3. esame, attraverso la discussione e il confronto, sulle possibili applicazioni individuate

Per sviluppare un dibattito aperto e dinamico si è utilizzata la metodologia sia dell’incontro diretto che l’utilizzo degli strumenti di rete (chat, conference call su voip, ecc..).

Le tre macrofasi del progetto

Fase 1: La progettazione. La pianificazione strategica è stata suddivisa in 6 fasi e per queste sono stati costituiti 6 gruppi di lavoro con la supervisione di esperti nel settore dell’ICT. Ecco in sintesi i gruppi di lavoro attivati e le loro finalità:

  • diagnosi: ricercare i dati ritenuti necessari, catalogarli, elaborarli, ecc.
  • ascolto: partecipare e rilevare fabbisogni
  • visione: quale idea di sviluppo e sua condivisione
  • progettazione: quali interventi per attuare la pianificazione strategica
  • comunicazione: far conoscere le varie fasi del processo
  • monitoraggio e valutazione: adattamento delle scelte e controllo delle fasi di avanzamento del piano

Fase 2: Lo sviluppo dei prototipi. La realizzazione della piattaforma integrata è stato il clou di questa fase. La metodologia è stata quella della sperimentazione in itinere delle varie applicazioni (metodo prototipale) onde verificare sul campo funzionalità e consentire la fruibilità degli operatori. Sono stati elaborati per la partecipazione 3 kit accorpabili in alcune fasi del processo di pianificazione strategica:

  • Kit ascolto e comunicazione: strumenti ICT elaborati (es. gestione newsletter e mailing, forum online con metodologia Delphi, gioco di simulazione on-line StraDe (strategie e decisioni)
  • Kit diagnosi, valutazione e monitoraggio: strumenti ICT elaborati (prototipo di Datawarehouse) non inserito nella piattaforma
  • Kit progettazione: strumenti ICT elaborati (project management, Wiki, applicazioni per la prevalutazione dei progetti come software ASA, anch’esso non presente nella piattaforma)

I Video di PMI