Comune di Pesaro, progetto E-demps

di Stefano Pierini

scritto il

Presentazione del progetto E-demps, E-democracy con il Piano Strategico, avviato dal Comune di Pesaro nel Gennaio 2006 e cofinanziato dal Ministero per l'Innovazione Tecnologica

Firenze. Tramite il suo portale, il Comune ha elaborato specifici progetti attraverso l’interfaccia CMS e fra questi segnaliamo:

  • lo sviluppo sostenibile, che attraverso il modello Wiki da la possibilità di costruire un vocabolario cittadino, indispensabile per incrementare il valore di nuove modalità di comportamento individuale
  • un’area di accesso riservata agli operatori comunali in una logica di condivisione e formazione continua (agenda condivisa, project management, ecc..)

La Spezia. Il Comune ha scelto di sperimentare gli applicativi del progetto in ambito informatico ma al di fuori della problematica relativa alla pianificazione strategica. Infatti, l’amministrazione avendo deciso di aggiornare il periodico comunale ha tradotto il know-how appreso, nella costruzione di una newsletter settimanale, con le principali informazioni di interesse civico. In vista del lancio della nuova rete civica, Spezia-net (rete civica accessibile a tutti), lo strumento servirà per sondare le aspettative dei cittadini. A tal fine si è utilizzato il modulo sondaggi prodotto da E-demps. Di particolare interesse e di valore sociale è stata la modalità di elaborazione della nuova rete spezzina che è avvenuta con la fattiva collaborazione della Consulta dei Disabili.

Reggio Calabria. La sperimentazione avverrà tramite il gioco StraDe (strategie e decisioni), gioco di simulazione al quale hanno partecipato 500 studenti fra universitari e studenti dell’ultimo anno delle scuole medie superiori. L’obiettivo è quello di investire sui nuovi cittadini, far comprendere l’importanza della partecipazione, anche attraverso la conoscenza dei processi della pianificazione strategica. La funzione educativa nella scelta di tale software è quella di far emergere il valore del gruppo e le sue logiche e dinamiche di condivisione anche come propedeuticità ad una nuova strategia di coesione sociale.

Associazione Comuni del Copparese. I 6 Comuni, per un totale di 34.000 abitanti, hanno da tempo avviato modalità di partecipazione attiva per la costruzione del Piano Strutturale Comunale nell’ambito dell’Associazione dei Comuni. A tal fine, i Comuni utilizzeranno la piattaforma e-demps per coinvolgere le associazioni e le rappresentanze socio-economiche locali quale primo impatto di utilizzo degli strumenti ICT per la costruzione di modelli urbanistici.

I Video di PMI

Servizi online della PA: credenziali di accesso