Il bilancio 2013 sui domini web

di Chiara Basciano

scritto il

Sicurezza e nuovi parametri: i punti cardine per i siti web

Con l’inizio dell’anno si tirano le somme sullo stato “di buona salute” dei domini web dando un resoconto dettagliato sulle loro condizioni.

Jerome Sicard di MarkMonitor ha così stilato una lista degli avvenimenti più interessanti legati al mondo del web americano. La sicurezza è sempre un argomento importante quando si parla del mondo virtuale, e il 2013 è stato un anno particolarmente delicato, con un numero di violazioni molto elevato.

=> Scopri l’importanza del sito web

Nonostante ciò il DNSSEC, che protegge contro il Pharming assicurando che i server di caching siano accurati e completi, non è utilizzato quando dovrebbe. L’importanza della presenza sul web per le aziende diventa sempre più centrale, dato confermato dal Domain Name Industry Brief di Verisign, che ha registrato, nel terzo trimestre 2013, 265 milioni di nomi di nuovi domini in tutto il mondo, con un incremento dell’8% su base annua.

=> Vai ai migliori siti corporate

L’anno appena finito ha visto inoltre il sequestro di un numero elevatissimo di siti web, un rapporto della Casa Bianca parla di 1.700 domini chiusi in tre anni. I siti web di alto profilo non sempre sono all’altezza della situazione, con frequenti interruzioni e violazioni che ne minano la credibilità.

L’anno 2014 si prefigura come quello dello sviluppo dei nuovi generic Top-Level Domains (gTLDs), che, dopo gravi ritardi, finalmente sembrano diventare una realtà. In generale quindi la sicurezza è molto lontana dall’essere perfetta, ma la necessità di curare un sito web funzionante è sempre più urgente.

I Video di PMI

I Gruppi saranno il futuro di Facebook?