La mappa mentale per i project manager

di Chiara Basciano

scritto il

Costruire una mappa aiuta la realizzazione del progetto e l?unione della squadra.

Il lavoro del project manager è molto complesso, consiste nell’organizzare il caos, nel coordinare diversi team, nel far arrivare al progetto compiuto ogni parte in causa e nel proporre idee creative per la soluzione dei problemi.

=> Leggi come deve essere il project manager

Per questo la memoria, aiutata dagli strumenti tecnologici, diventa essenziale per svolgere bene il proprio lavoro. Costruirsi una mappa mentale può diventare il modo migliore per non perdere di vista i diversi elementi. Può essere creata con i cari e vecchi carta e penna, utilizzando colori diversi e costruendosi una “rete” propria o tramite software dedicati. In ogni caso il risultato è lo stesso e i vantaggi sono molti.

=> Scopri i requisiti del project manager

Può essere di grande aiuto durante una riunione, infatti aiuterà a tenere traccia delle idee principali e della progressione di una discussione, ricordando i minimi dettagli. Può essere condivisa con gli altri, assicurandosi così lo stesso approccio mentale e una risposta di tipo univoco da parte di tutti i membri alle domande del cliente, creando anche un tipo di vocabolario grafico specifico dell’azienda.

=> Vai agli strumenti del project manager

Alcuni rami della mappa possono essere delegati ai collaboratori, creando così un progetto condiviso e libero da schemi prefissati. Infine la progressione del progetto deve corrispondere ad una progressione della mappa mentale, in modo da vedere bianco su nero quello che sta accadendo e permettere così una visione d’insieme più chiara.

I Video di PMI

Google Analytics: attenzione alla Frequenza di Rimbalzo!