Tre stili di leadership da copiare

di Teresa Barone

scritto il

Dal guru allo sviluppatore: ecco alcuni stili di leadership a confronto.

Non esiste un unico modo per guidare una squadra. Tra i tanti possibili stili di leadership, alcuni più di altri consentono di farsi rispettare dai propri collaboratori senza tuttavia diventare eccessivamente autoritari, creando un clima disteso e improntato sulla valorizzazione dei singoli individui e delle loro capacità.

=> L’importanza della Thought Leadership

Il leader “guru“, ad esempio, viene riconosciuto tale per una profonda conoscenza inerente un preciso settore e considerato una risorsa indispensabile dai membri del suo team.

Un approccio contrario a quello del guru è improntato sulla volontà di mettere in discussione il proprio status-quo e favorire un continuo scambio di idee creative, senza basarsi sulla sua esperienza. Questo stile è efficace soprattutto quando l’intero gruppo ha piena fiducia sulla proprie capacità e il leader non fa altro che valorizzare la libertà di pensiero.

=> Le doti che un capo eccellente deve possedere

E ancora, il leader “sviluppatore” si propone di incentivare la crescita personale di ciascuna risorsa motivandola e formandola adeguatamente, ottenendo contemporaneamente un netto miglioramento della qualità del lavoro e della produttività dell’intera squadra.

Fonte immagine: Shutterstock