Quattro modi per mantenere la concentrazione

di Chiara Basciano

scritto il

Trovare il modo migliore per sentirsi a proprio agio a lavoro e rimanere concentrati.

Ogni lavoro ha il suo ritmo, alcuni alternano periodi di calma ad altri frenetici, altri sono regolari ed altri ancora pretendono sempre livelli molti alti di attenzione. Anche se a prima vista stare seduti in ufficio potrebbe sembrare rilassante in realtà può essere molto logorante dal punto di vista mentale e fisico.

Per non stressare corpo e mente si possono utilizzare quattro piccoli stratagemmi. Il primo è mangiare poco e spesso. Questo non significa imbottirsi di snack ipercalorici, ma staccare con cibo sano, come frutta, yogurt e cereali, e piccole pause che aiutano a mantenere il cervello attivo, evitando cali di zucchero.

=> Tempo e concentrazione

Allo stesso modo il secondo consiglio è fare brevi pause. Troppo facilmente ci si distrae e si passano ore senza muoversi. Alzarsi e fare qualche passo, cambiare posizione, e fare piccoli esercizi aiuta a rimanere concentrati ed attivi più facilmente. Il terzo consiglio è tenere la scrivania in ordine.

Il posto di lavoro infatti rischia di vedersi accumulare scartoffie, penne, appunti, graffette. Fare una pulizia periodica, tenere tutto in ordine e trovare un posto ad ogni oggetto permette una maggiore concentrazione e dimostra un vivo interesse per il proprio lavoro. Il cliché secondo il quale la scrivania disordinata è simbolo di creatività è ora che cada in disuso.

=> Il benessere del dipendente

Infine il quarto consiglio è avere piccoli obiettivi quotidiani, in modo da affrontare una lunga lista di cose da fare pezzo per pezzo. Ogni volta che si raggiunge un obiettivo ci si può concedere un piccolo premio, questo può essere un semplice caffè o un piccolo giro fuori dall’ufficio. Naturalmente a questi consigli ognuno può aggiungere un tocco personale.

C’è chi si concentra di più ascoltando musica, chi ama il silenzio… l’importante è comunicare le proprie esigenze a colleghi e vertici aziendali, facendo capire di cosa si ha bisogno per mantenere la concentrazione.