Tratto dallo speciale:

Reddito di Cittadinanza, cercasi 6mila Navigator

di Redazione PMI.it

scritto il

Nuove figure professionali dovranno affiancare i percettori del reddito di cittadinanza nel Patto per il Lavoro: selezioni ANPAL per 6mila navigator.

Fra i punti chiave del Reddito di Cittadinanza c’è il Patto per il Lavoro, finalizzato al ricollocamento dei titolari del sussidio senza occupazione: la procedura richiede diversi step e istituisce la nuova figura professionale del Navigator. Con questo termine sono stati ribattezzati i classici tutor, che in questo caso dovranno però affiancare i percettori della prestazione nell’attività di riqualificazione e di ricerca di impiego.

Sono previste 6mila assunzioni presso l’ANPAL, che emanerà nei prossimi giorni un bando apposito: i tempi sono stretti, se si pensa che il RdC dovrà partire dal prossimo aprile.

Al momento, il decreto finanzia l’assunzione dei 6mila navigator con 200 milioni di euro nel 2019, 250 milioni di euro nel 2020 e 50 milioni di euro nel 2021: queste somme servono a coprire i compensi ma anche le spese di selezione, formazione ed equipaggiamento.

=> Reddito di Cittadinanza: guida rapida

Non ci sarà un concorso ma una procedura di selezione del personale più simile a quelle che vengono in genere previste nel settore privato.  E’ previsto un contratto di collaborazione di 24 mesi con una retribuzione di 30mila euro lordi l’anno e una successiva stabilizzazione (che necessiteranno però di nuove risorse).

Sono previsti titoli specifici: laurea magistrale in economia, giurisprudenza, sociologia, scienze politiche, psicologia oppure scienze della formazione.

Saranno gli annunci ANPAL sulla selezione a chiarire ulteriori requisiti, modalità di presentazione delle domande (l’esecutivo ne attende 50-60mila) e dettagli sui compiti previsti. Ricordiamo che ci sono anche risorse pari a 1 milione di euro per la stabilizzazione dei dipendenti Anpal a tempo determinato.