Tratto dallo speciale:

Welfare avvocati: bandi in scadenza

di Teresa Barone

scritto il

Le iniziative di welfare promosse dalla Cassa Forense e di prossima scadenza: contributi per famiglie numerose o monogenitoriali e borse di studio.

Dalla concessione di contributi per acquisire nuovi titoli professionali al sostegno per le famiglie numerose, dai mutui ipotecari per l’acquisto della prima casa o studio professionale all’assegnazione di borse di studio per gli studenti figli dei professionisti iscritti: questi e altri sono i bandi promossi dalla Cassa Forense nell’ambito del progetto di welfare attivo e basati sullo stanziamento di notevoli risorse a favore degli avvocati. Sono tre le iniziative in scadenza alla fine di luglio, bandi di assistenza relativi al 2018 pubblicati sul portale web della Cassa Forense.

Contributi famiglie numerose

Il bando 5/2018 si basa sull’assegnazione di contributi agli avvocati iscritti alla Cassa Forense con almeno tre figli di età inferiore a 26 anni. Il beneficio corrisponde a un bonus di 3mila euro indipendentemente dal numero di figli, ridotto del 50% per coloro che hanno già beneficiato del medesimo intervento lo scorso anno.

Bonus famiglie monogenitoriali

Sempre il 31 luglio scade il bando 6/2018 che prevede la concessione di contributi a favore degli iscritti che siano nuclei familiari monogenitoriali, avvocati che abbiano nello stato di famiglia almeno un figlio di età inferiore a 26 anni a carico economico esclusivo e totale. Il contributo è pari a mille euro per ciascun figlio.

Borse di studio

Il bando 11/2018, infine, assegna borse di studio agli avvocati iscritti alla Cassa Forense per l’acquisizione del titolo di cassazionista. L’importo viene erogato in unica soluzione e corrisponde a 1500 euro lordi, aumentato di 500 euro per i professionisti residenti al di fuori della Regione Lazio.