Direct mail, il marketing evoluto di Poste Italiane per le aziende

di Alessandro Vinciarelli

scritto il

La gestione interattiva e diretta delle comunicazioni promozionali e pubblicitari è oggetto del convegno odierno promosso da Poste Italiane: "Direct Mail, l'evoluzione del marketing diretto"

Il Mercato della comunicazione vive una continua crescita, anche quando si parla del rapporto tra aziende e clienti e di nuovi canali e modelli di advertising: la conferma viene da Milano, dove a Fieramilanocity si svolge il convegno su sviluppo e diffusione del Direct Mail in Italia.

L’iniziativa, promossa da Poste Italiane – presenti anche Nielsen Media Research e Eurisko – presenta le soluzioni e le idee progettuali più innovative per il mondo del Direct Mail.

Di certo, un momento di condivisione e confronto sulle dinamiche evolutive del mondo della pubblicità e del marketing, alla luce delle nuove tecnologie e dello sviluppo dei New Media, e in particolare sul ruolo del “mailing diretto” come metodologia di punta nelle strategie di marketing aziendale e nel rapporto interattivo e costruttivo con il cliente.

I principi generali evidenziati da Poste Italia per fare del Direct Mail un efficace strumento di marketing innovativo sono:

  • Mantenere costante il contatto azienda-cliente
  • Rivolgersi a terget definiti
  • Muoversi verso l’utente (casa, ufficio, ecc.)
  • Mirare a ottenere riscontri (ordine, informazioni, dati personali)
  • Misurare la redemption per valutare risultati e ritorni.

«Il Direct Mailing diventa a tutti gli effetti un mezzo di comunicazione misurabile, rendendo così possibile l’elaborazione di analisi puntuali, in grado di fornire alle aziende interessate ad investire sul direct marketing informazioni utili per orientare al meglio i propri investimenti di marketing».

Sintetizza così Massimo Curcio, responsabile Marketing Media ed Editoria di Poste Italiane, i presupposti alla base del Convegno, promozzo per agevolare le aziende promotrici a soddisfare appieno le neccità dei potenziali clienti centrandoi al cxontempo i propri target.

I Video di PMI

Facebook locations per chi ha più sedi fisiche