Pubblicità interattiva: vince il Web

di Redazione PMI.it

scritto il

Paid search, display advertising, email e mobile marketing: la comunicazione commerciale si orienta sempre più al Web. Un 2007 da record per IAB Italia

IAB Italia fa il punto sul mercato italiano della pubblicità online e conferma le cifre record che, mese dopo mese, hanno consacrato il web advertising vera rivelazione dell’anno.
Secondo i dati dell’Interactive Advertising Bureau, infatti, gli investimenti per la comunicazione promozionale sul Web hanno raggiunto quota 680 milioni di euro nel 2007 (+39%), rispetto ai 488 del 2006.

Un trend che nel 2008 si manterrà costante, se non addirittura in crescita: in base alle previsioni, la spesa pubblicitaria declinata in digitale potrebbe sfiorare l’ammontare complessivo di un miliardo di euro, pari ad un valore di mercato di 940 milioni Euro (in crescita del 38%).

«Ci sono tutti i presupposti perché le aziende, ovvero gli investitori pubblicitari, incrementino il budget dedicato all’online, avendo ormai compreso il potenziale che Internet garantisce in termini di ROI», ha dichiarato Layla Pavone, presidente di IAb Italia.

Secondo il Bureau, Internet è ormai parte integrante delle strategie pubblicitarie aziendali, tra i primi tre canali nell’ambito del cosiddetto “media mix”. Una piattaforma vincente verso cui indirizzare buona parte del proprio budget, soprattutto alla luce dell’exploit dei servizi di paid search.

In effetti, le tre tipologie di pubblicità online di maggior successonel 2007 sono state proprio la ricerca sponsorizzata, il display advertising e l’email marketing, seguiti da classifieds e directories e mobile marketing.

Tra tutte, la paid search ha davvero segnato un boom, con crescita del 58%, pari a 205 mln di euro d’investimenti. Buoni risultati anche per display advertising (43%) a quota 290 mln di euro ed email marketing (30%), con 15 mln di euro investiti dalle aziende.

Segnali positivi anche per il mobile marketing (33%) che, con investimenti pari a 20 mln di euro comincia a imporsi sul mercato. Nel 2008 la conferma delle sue potenzialità?