La coerenza salva i brand

di Chiara Basciano

scritto il

Dare un’immagine precisa del proprio marchio attraverso un lavoro quotidiano e capillare.

Dare vita ad un marchio comporta un processo lungo e ben definito. Non basta una buona idea, è la definizione dei dettagli a fare la differenza.

Perché il marchio funzioni bisogna stabilire regole da seguire da cui non allontanarsi, in modo da creare qualcosa di coerente e riconoscibile. Durante il  percorso può accadere di allontanarsi dal concetto iniziale, ma tenerlo sempre a mente permette di non prendere strade troppo lontane da quelle stabilite inizialmente.

Questo non significa che non si possano rivedere le basi, ma per farlo bisogna essere consapevoli del cambiamento. Anche in questo senso, la condivisione con tutti i membri dell’azienda è un passaggio essenziale per garantirsi la coerenza necessaria.

I clienti devono essere capaci di riconoscere il marchio al primo sguardo. Non bisogna tradire mai l’immagine che si è data, altrimenti i clienti si sentiranno confusi, se non addirittura traditi. I social media sono un’arma a doppio taglio in questo senso.

Trovare un social media manager che si identifichi con il marchio è il sogno di tutti, ma dietro il marchio ci sono le persone e può accadere che una risposta sbagliata o frettolosa rischi di danneggiare l’immagine del marchio.

Per questo bisogna scegliere con cura la persona giusta e confrontarsi di continuo assicurandosi che il lavoro fatto vada nella giusta direzione.