DUVRI: le novità del Ddl Semplificazioni

di Barbara Weisz

scritto il

Al posto del DUVRI l'impresa potrà indicare un incaricato che sorvegli i lavori: questa e le altre novità su DURC e sicurezza previste dal Ddl Semplificazioni in arrivo.

Le aziende potranno non presentare il DUVRI se procederanno all’individuazione di un incaricato con specifiche competenze: è forse la più interessante tra le novità sul Documento Unico di Valutazione dei Rischi di Interferenza delle lavorazioni prevista nel Ddl Semplificazioni a breve in discussione in Consiglio dei Ministri (leggi qui).

Il DUVRI, dunque, potrà essere sostituito dalla sorveglianza da parte di un esperto in possesso di adeguata formazione e competenza, che dovrà sovrintendere alle attività. Ad oggi, invece, la normativa è molto più stringente:

Guida al DUVRI per appalti pubblici e privati

La presentazione del DUVRI (o la nomina dell’incaricato ad hoc) non serve nei seguenti casi:

  • servizi di natura intellettuale,
  • semplici forniture di materiali o attrezzature,
  • lavori o servizi la cui durata non sia superiore ai dieci uomini-giorno, a meno che non comportino rischi derivanti dalla presenza di agenti cancerogeni, biologici, atmosfere esplosive o rischi particolari.

Più in generale, il disegno di legge con le semplificazioni per le aziende si focalizza in gran parte su sicurezza nei luoghi di lavoro, DURC (leggi qui) ed Edilizia. Con ogni probabilità, il Ddl arriverà in CdM entro metà ottobre.