Tratto dallo speciale:

Società di capitali: online bozza Unico 2009

di Noemi Ricci

scritto il

Disponibile sul sito dell'Agenzia delle Entrate la prima bozza del modello Unico 2009 per le società di capitali, per determinare le imposte secondo le norme introdotte dal Dl 185/08 e dal DL 112/08

L’Agenzia delle Entrate ha reso disponibile sul proprio sito web la prima bozza del modello Unico 2009 per le società di capitali, nel quale trovano applicazione anche le norme introdotte dai recenti Decreti Legge 185/08 e 112/08.

Nel quadro RF, al rigo RF16, vi sono due caselle per gli interessi indeducibili e il totale degli interessi non deducibili relativi alle nuove regole per la deducibilità degli interessi passivi.

Mentre il rigo RF24 fa riferimento alle nuove regole relative alla determinazione delle spese di rappresentanza indeducibili non rispondenti ai requisiti di inerenza e congruità stabiliti con decreto del Ministro dell’economia e delle finanze del 19 novembre 2008.

Nel quadro RQ è stata creata la sezione VI-B che consente il riallineamento mediante il pagamento di distinte imposte le divergenze che derivano dall’adozione dei principi internazionali IAS/IFRS, o di assoggettare a un’imposta sostitutiva del 16% il maggior valore delle rimanenze finali, a seguito del nuovo criterio contenuto nell’art. 92-bis del Tuir (Testo unico imposte sui redditi).

Il modello prevede infine l’applicazione di criteri diversi per la valutazione delle rimanenze, la possibilità di rivalutare i beni immobili e di indicare la quota aggiuntiva deducibile per i beni di nuova acquisizione nel 2008.

I Video di PMI