Tratto dallo speciale:

Società tra Professionisti: linee guida

di Francesca Vinciarelli

scritto il

Società tra Professionisti: (Stp): ecco le linee guida per i Consulenti del Lavoro, approvate dal Consiglio nazionale dell'Ordine.

Il Consiglio Nazionale dell’Ordine (CNO) ha approvato le linee guida per i consulenti del lavoro riguardanti i profili giuridici e deontologici e gli obblighi disciplinari per la costituzione delle Società tra professionisti, mettendo in relazione la nuova normativa con le regole interne alla professione.

=> Società tra professionisti: guida completa

Il CNO fornisce in particolare un’analisi storica ed evolutiva delle regole e delle forme societarie, quindi si sofferma sulla nuova normativa, sulla centralità del professionista e il ruolo di amministratore del socio non professionista.

Viene inoltre esaminato il regime disciplinare, la responsabilità disciplinare della società, gli obblighi di informazione, incompatibilità e conflitto di interessi, la disciplina riguardante il segreto professionale e le osservazioni sulla denominazione sociale e sulla pubblicità.

Il CNO chiarisce poi che:

  • l’oggetto sociale preveda necessariamente l’esercizio in via esclusiva dell’attività professionale da parte dei soci, così da tutelare il carattere professionale della prestazione, che altrimenti assumerebbe carattere di imprenditorialità;
  • il contenuto dell’oggetto sociale deve essere limitato alle sole attività professionali regolamentate e realizzato dal lavoro dei soci professionisti, in quanto iscritti nei relativi albi, collegi o Ordini.

Si precisa inoltre che il socio professionista può continuare a svolgere la propria attività in modo individuale o all’interno di un’associazione professionale, mentre la Legge vieta lo svolgimento dell’attività professionale contestualmente in più di una Stp.

.

I Video di PMI

Come aprire una società tra professionisti