Tratto dallo speciale:

Canone RAI, calendario invii

di Francesca Vinciarelli

scritto il

Con le linee guida per l'invio dei dati ed il calendario di invii, l'Agenzia delle Entrate definisce un nuovo tassello per l'attuazione della Riforma del canone RAI.

Con i Provvedimenti n. 105181/2016 e n. 105167/2016, l’Agenzia delle Entrate ha definito le linee guida ed i termini per l’invio dei dati da parte di Acquirente Unico S.p.a. e delle imprese elettriche dei dati di dettaglio relativi al canone RAI addebitabile e accreditabile nelle fatture emesse dalle imprese elettriche, le istruzioni per le comunicazioni da parte delle imprese elettriche dei dettagli relativi al canone addebitato, accreditato, riscosso e riversato nel mese precedente, nonché il calendario per gli invii.

=> Canone RAI 2016 in bolletta: novità e chiarimenti

Si tratta di un nuovo importante tassello previsto dal decreto n. 94/2016 attuativo della Riforma del canone RAI.

Calendario degli invii

Per quanto concerne il calendario degli invii, viene disposto che entro il 15 di ogni mese vengano inviate da parte di Acquirente Unico alle Entrate le informazioni sugli addebiti e gli accrediti riferiti al mese precedente. Per quest’anno, la trasmissione dei dati relativi al primo mese di addebito dovrà essere effettuata entro il secondo mese successivo a quello di emissione della fattura.

Le imprese elettriche dovranno inviare le proprie comunicazioni entro il giorno 20 di ogni mese, tranne per il primo mese di addebito di questo primo anno di applicazione, relativamente al quale la trasmissione dei dati dovrà essere effettuata entro il secondo mese successivo.

Per approfondimenti: Provvedimenti n. 105181/2016 e n. 105167/2016.