Rimborsi veloci e Split Payment nel modello IVA TR

di Barbara Weisz

scritto il

L'Agenzia delle Entrate pubblica il nuovo modello IVA TR 2015, aggiornato con novità Semplificazioni e Legge di Stabilità su rimborsi veloci e split payment, utlizzabile da aprile.

Nuovo modello IVA TR sul sito dell’Agenzia delle Entrate, aggiornato con le novità in materia di rimborsi veloci IVA previste dal decreto Semplificazioni e con quelle sullo Split Payment in Legge di Stabilità: il nuovo modello IVA TR potrà essere utlizzato a partire da aprile 2015 per le richieste di rimborso o di utilizzo in compensazione del credito IVA maturato nel primo trimestre del 2015.

=> Rimborsi o compensazioni IVA: la scelta è reversibile

Le modifiche introdotte con il decreto Semplificazioni (articolo 13 Dlgs 175/2014), prevedono che l’iter sia più semplice e veloce. Ad esempio, è stato eliminato l’obbligo di presentazione di una garanzia per i rimborsi infrannuali superiori a 15mila euro, che può essere sostituto da visto di conformità, sottoscrizione dell’organo di controllo, attestazione patrimoniale e contributiva. Continua invece a essere necessaria la garanzia nei casi ritenuti a rischio a causa della condotta fiscale del contribuente o della sua situazione patrimoniale.

=> Semplificazioni 2015: più rimborsi, meno adempimenti

Quanto allo split payment, nel quadro dedicato alle operazione attive è stato inserito il rigo TA 13, dedicato all’indicazione delle operazioni a cui si applica lo split payment, ovvero le prestazioni di servizi e cessioni di beni effettuate nei confronti delle pubbliche amministrazioni, per le quali l’IVA viene essere versata direttamente dall’ente pubblico, che quindi non la paga al fornitore. La novità è introdotto dal comma 629 della Legge di Stabilità (legge 190/2014), che ha introdotto l’articolo 17-ter Al Dpr 633/1972 (citato nel rigo TA 13 del nuovo modello IVA TR).

=> Split Payment IVA: applicazione, controlli e sanzioni

Il modello IVA TR va presentato dai contribuenti che chiedono il rimborso oppure la possibilità di utilizzare in compensazione un’eccedenza di imposta detraibile superiore a 2mila 582,28 nel trimestre. Sottolineiamo che sulla pagina dedicata al modello IVA TR del sito dell’Agenzia delle Entrate è presente, insieme al nuovo modello 2015, anche il vecchio modulo. (Fonte: Modello IVA TR e istruzioni Agenzia delle Entrate).