Denunce: nuove regole di verifica INPS

di Noemi Ricci

scritto il

Gestione contributiva: le novità procedurali comunicate dall'INPS per la verifica delle denunce mensili UniEmens.

Con il Messaggio n. 7628/2014 l’INPS ha comunicato le novità procedurali per la verifica delle denunce mensili UniEmens: nella Gestione Contributiva è stata attivata la “forzatura massiva” per le denunce errate in stato “avviso” e per la “contabilizzazione massiva” delle denunce parzialmente insolute. La fase di verifica, ricorda l’Istituto, riguarda le denunce ricostruite e quadrate.

=> Contratti di solidarietà: istruzioni INPS per UniEmens

Le denunce con gravità “avviso” accedono alle fasi elaborative successive con la definizione della segnalazione o con la forzatura puntuale da parte dell’operatore di sede.La nuova procedura prevede la “forzatura massiva” trascorsi 90 giorni dalla data di presentazione della denuncia modificando lo stato delle denunce da “avviso” a “corretto”, così da consentire il passaggio alle ulteriori fasi elaborative. Dunque, sottolinea l’Istituto, ora le sedi dovranno procedere alla gestione tempestiva delle denunce errate in stato “avviso” al fine di pervenire alla definizione del maggior numero di evidenze prima dell’intervento di “forzatura massiva”.

=> UniEmens, prorogata la scadenza per la trasmissione

Le denunce “parzialmente insolute” giacenti in gestione contributiva e non confermate dall’operatore, trascorsi 60 giorni dal termine legale del versamento, vengono contabilizzate con elaborazione “massiva” e trasferite alla Gestione del Credito. L’INPS comunica inoltre l’adeguamento delle piccole differenze a 12 euro, in caso di importi uguali o minori a tale somma la procedura non emetterà note di rettifica attive e passive e le sanzioni civili non saranno calcolate.