Tratto dallo speciale:

Scadenze fiscali di agosto dopo la pausa estiva

di Alessandro Vinciarelli

scritto il

Finita la pausa estiva del Fisco: ecco tutti gli adempimenti che attendono i contribuenti.

È terminata il 20 agosto la pausa estiva del Fisco che ha esonerato i contribuenti da adempimenti e versamenti con il modello F24. Ancora in ferie invece i termini per il processo tributario e la mediazione tributaria fino al 15 settembre). Ricordiamo che a determinare lo stop per gli adempimenti fiscali è stata la “Proroga di ferragosto” (Dl 16/2012). Dopo l’ultimo adempimento del 9 agosto, i contribuenti sono stati chiamati nuovamente in cassa per rispettare ben 262 scadenze, 258 versamenti, 1 comunicazione, 3 adempimenti contabili e 1 dichiarazione. Le scadenze sono fissate tra il 20 ed il 25 agosto.

=> Liti e adempimenti fiscali: sospensione pausa estiva

IRPEF

Le persone fisiche sono chiamate a versare la terza rata dell’IRPEF relativa ai maggiori ricavi o compensi indicati nella dichiarazione dei redditi. Al versamento verranno applicati interessi nella misura dello 0,42%.

Partite IVA

Le persone fisiche titolari di partita IVA devono versare la terza rata del primo acconto 2013 e del saldo 2012 dell’IRPEF, nonché la terza rata dell’acconto IRPEF sui redditi soggetti a tassazione separata da indicare in dichiarazione e non soggetti a ritenuta alla fonte. Le persone fisiche titolari di partita IVA soggette agli studi di settore che rateizzano devono invece versare la terza rata del primo acconto 2013 e del saldo 2012 dell’IRPEF.

IRAP

Anche per l’IRAP è tempo di versamento della terza rata relativa ai maggiori ricavi o compensi indicati nella dichiarazione dei redditi, con applicazione degli interessi nella misura dello 0,42%.

=> Modello 770, scadenza prorogata al 19 settembre

Cedolare secca

Le persone fisiche soggette agli studi di settore devono versare il saldo 2012 e il primo acconto 2013 della cedolare secca.

IVA

Fine della pausa estiva anche per il versamento dell’IVA dovuta per il secondo trimestre, maggiorata dell’1% (tranne che per i regimi speciali).

IRES

Per l’IRES il versamento può essere effettuato in un’unica soluzione o come prima rata, a titolo di saldo per l’anno 2012 e di primo acconto per l’anno 2013, con la maggiorazione dello 0,40% a titolo di interesse corrispettivo.

Plusvalenze

Tempo di versamenti anche per l’imposta sostitutiva applicata su ciascuna plusvalenza realizzata nel secondo mese precedente (regime del risparmio amministrato).

INTRASTAT

Gli operatori intracomunitari con obbligo mensile devono presentare gli elenchi riepilogativi (INTRASTAT) delle cessioni e/o acquisti intracomunitari di beni nonché delle prestazioni di servizi intracomunitari effettuati nel mese precedente.