Trento: meno IRPEF, più credito alle imprese

di Teresa Barone

scritto il

Pressione fiscale ridotta, nuove iniziative per l’occupazione e risorse per l’accesso al credito delle imprese: il piano della Provincia Autonoma di Trento.

Addizionale regionale IRPEF ridotta, ammortizzatori sociali confermati, nuove risorse per il credito delle imprese e un piano per l’occupazione giovanile: il Presidente della Provincia Autonoma di Trento svela i dettagli della manovra di assestamento di bilancio 2014, che si caratterizza in primis per il taglio delle tasse con il passaggio dell’IRPEF dall’attuale 1,23% allo 0,9% per i redditi imponibili che non superano i 28 mila euro. Ad annunciare le nuove misure è il Presidente  Ugo Rossi: «Abbiamo deciso di fare un ulteriore sforzo per ridurre la pressione fiscale non solo per le imprese ma anche per i cittadini, famiglie e pensionati».

=> Leggi i dati sulla pressione fiscale 2014

Ammortizzatori e lavoro

Nel corso del triennio 2014-2016 saranno stanziati complessivamente 21 milioni di euro per gli ammortizzatori sociali, mentre 2,8 milioni di euro favoriranno l’attuazione del “Pacchetto giovani” già nel durante il 2014. Per l’Agenzia del lavoro saranno invece erogati 11 milioni di euro entro il 2015.

Credito PMI

La Giunta ha infine confermato il Fondo strategico per lo sviluppo basato su un plafond pari a 200 milioni di euro, otre al rafforzamento delle iniziative di microcredito. (=> Leggi tutte le news per le PMI del Trentino)