Modello 730: detrazioni RC auto più rigide

di Francesca Vinciarelli

scritto il

Dichiarazione dei redditi: nel Modello 730/2013 trovano applicazioni le restrizioni della Riforma del Lavoro sugli sconti IRPEF del 19% riservati alla RC auto: modelli da scaricare e istruzioni di compilazione.

Si avvicina l’appuntamento con la dichiarazione dei redditi 2013 e tra le novità del modello 730/2013 ci sono anche le condizioni restrittive, introdotte dalla Riforma del Lavoro Fornero (legge n. 92 del 2012), per l’accesso alle detrazioni IRPEF previste per l’assicurazione RC auto.

Modelli 730/2013

Scarica il Modello 730/2013 editabile

Scarica il Modello 730/2013

Scarica le Istruzioni

Fondamentalmente, la detrazione sull’RC auto potrà essere fruita solo per la quota parte che eccede i 40 euro.

È il risultato dell’applicazione dell’articolo 4 comma 76 della legge n. 92 del 2012, che va a colpire circa il 51% dei contribuenti (18 milioni), ovvero tutti coloro i quali possiedono una polizza RC auto con premio netto annuo inferiore ai 380 euro circa.

=> Scopri costi e deduzioni 2013 per le auto aziendali

Nel Modello 730/2013, la detrazione IRPEF del 19% riguarda quella parte del premio assicurativo che va a coprire le spese sostenute per eventuali incidenti automobilistici che viene versata direttamente al Servizio sanitario nazionale.

Tra le più penalizzate dalla novità del 730/2013 le regioni del Friuli Venezia Giulia e il Trentino Alto Adige, seguite a stretto giro dalle zone del Sud con Campania, Calabria e Puglia in testa.

=> Leggi anche la nuova normativa RC auto e contro le frodi

I Video di PMI

Incentivi auto ed ecotassa 2019-2021