Tratto dallo speciale:

Spese sanitarie nel 730: registrazione entro settembre

di Francesca Vinciarelli

scritto il

In scadenza la trasmissione telematica delle spese mediche al Sistema Tessera Sanitaria da parte delle strutture autorizzate, necessarie per la dichiarazione dei redditi precompilata.

La Legge di Stabilità 2016 – Legge n. 208/2015 art. 1, comma 949, lettera a) – ha ampliato la platea di soggetti obbligati a registrarsi al sistema Tessera Sanitaria (sistema TS) per l’invio telematico dei dati relativi alle spese sanitarie. Tale registrazione deve essere completata entro il 30 settembre 2016. Ricordiamo che l’invio di questi dati è necessario all’Agenzia delle entrate per predisporre la dichiarazione dei redditi precompilata.

=> Dichiarazione dei Redditi 2016: guida completa

A stabilire le modalità di trasmissione da parte delle strutture autorizzate per l’erogazione dei servizi sanitari, dei dati delle spese sanitarie sostenute dai contribuenti a partire dal 1° gennaio 2016 è stato il decreto n. 187/2016.

Le strutture sanitarie ora obbligate all’invio dei dati relativi alle spese sanitarie che in precedenza risultavano escluse da tale adempimento sono individuate sulla base delle autorizzazioni rilasciate in ambito regionale di cui:

  • all’art. 8-ter del D. Lgs. 502/1992, riferite alle strutture sanitarie e socio-sanitarie nonché agli studi di professionisti sanitari di particolare complessità. Tali autorizzazioni possono essere rilasciate dagli Enti autorizzatori (Regioni, ASL e, laddove previsto, anche da parte dei Comuni), secondo le disposizioni regionali vigenti in materia;
  • all’art. 70, comma 2 del D. Lgs. 193/2006, riferite alla vendita al dettaglio dei medicinali veterinari.

=> 730 precompilato 2016: FAQ invio spese sanitarie

I nuovi soggetti obbligati, per l’accreditamento, devono richiedere le apposite credenziali per l’accesso al sistema TS attraverso la piattaforma messa a disposizione dal sistema. Entro la stessa data gli enti preposti devono rendere pubblico l’elenco aggiornato delle strutture autorizzate.

Successivamente il MEF chiederà agli enti preposti quali Regioni, Asl, Comuni, associazioni di categoria di verificare nel termine di 30 giorni la validità dell’autorizzazione della struttura autorizzata:

  • in caso di esito positivo della la verifica, verranno inviate alla struttura le credenziali di accesso;
  • in caso di esito negativo della la verifica, verrà comunicato alla struttura l’impossibilità di rilasciare le credenziali per accedere al sistema TS.

.