Tratto dallo speciale:

Iscrizioni online per il 5 per mille 2016

di Barbara Weisz

scritto il

Enti del volontariato e organizzazioni sportive dilettantistiche, entro il 9 maggio possono fare domanda all'Agenzia delle Entrate per entrare nelle liste del 5 per mille IRPEF 2016: procedure e calendario.

Entro il 9 maggio, enti del volontariato e organizzazioni sportive dilettantistiche possono presentare domanda all’Agenzia delle Entrate per essere inseriti fra le realtà a cui il contribuenti possono versare il 5 per mille IRPEF 2016. La procedura è interamente telematica, accessibile attraverso Fisconline o Entratel.

=> Leggi tutto sul 5 per mille IRPEF

Tutti gli adempimenti per le organizzazioni interessate sono spiegati con la circolare delle Entrate del marzo 2015 (13/E 2015), in seguito alla stabilizzazione del contributo, che non è più soggetto a proroghe annuali. Il termine per l’iscrizione è il 7 maggio di ogni anno, siccome quest’anno cade di sabato scatta automaticamente lo slittamento a lunedì 9 maggio.

Attenzione: i requisiti di accesso devono essere posseduti entro il 7 maggio. Ecco quali sono:

  • enti del volontariato: organizzazioni non lucrative di utilità sociale, enti ecclesiastici, organizzazioni di volontariato iscritte agli appositi elenchi, organizzazioni non governative, cooperative sociali, associazioni di promozione sociale, associazioni e fondazioni di diritto privato;
  • associazioni sportive dilettantistiche: devono essere costituite ai sensi dell’articolo 90 della legge 289/2002, in possesso del riconoscimento ai fini sportivi rilasciato dal CONI, affiliate a una Federazione sportiva nazionale, disciplina sportiva associata, o ente di promozione sportiva riconosciuto dal CONI, avere un settore giovanile, svolgere in via prevalente attività di avviamento e formazione allo sport dei giovani fino a 18  anni, oppure di avviamento alla pratica sportiva di persone sopra i 60 anni, o ancora nei confronti di soggetti svantaggiati in ragione di condizioni fisiche, psichiche, economiche, sociali o familiari.

La domanda di iscrizione è scaricabile sul sito dell’Agenzia delle Entrate: come detto bisogna utilizzare i servizi Entratel o Fisconline, e poi seguire le istruzioni del software online. E’ anche possibile rivolgersi a un intermediario autorizzato alla dichiarazione dei redditi (CAF, commercialisti, e via dicendo).

L’Agenzia delle Entrate pubblicherà gli elenchi provvisori entro il 14 maggio: le organizzazione che rilevano inesattezze o errori possono segnalarlo chiedendo la correzione entro il 20 maggio, e il 25 maggio l’Agenzia pubblicherà gli elenchi definitivi.

Fra i documenti necessari, c’è la dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà, che va inviata entro il 30 giugno alla Direzione regionale dell’Agenzia delle Entrate, per gli enti del volontariato, oppure all’ufficio competente del CONI, per le associazioni sportive dilettantistiche. Gli enti che entro il termine ordinario del 9 maggio non hanno assolto, in tutto o in parte, gli adempimenti, possono regolarizzare la propria posizione entro il 30 settembre, versando una sanzione di 250 euro con il modello F24, e indicando il codice tributo 8115.

Ecco il calendario con tutte le scadenze per la stagione del 5 per mille 2016:

  • 9 maggio: iscrizione telematica all’Agenzia delle Entrate da parte degli enti del volontariato e delle associazioni sportive dilettantistiche;
  • 14 maggio: pubblicazione degli elenchi provvisori da parte dell’Agenzia delle Entrate;
  • 20 maggio: termine per la presentazione all’Agenzia delle Entrate delle istanze per la correzione di errori di iscrizione negli elenchi;
  • 25 maggio: pubblicazione dell’elenco aggiornato da parte dell’Agenzia delle Entrate;
  • 30 giugno: termine per l’invio al Fisco della dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà;
  • 30 settembre: regolarizzazione della domanda di iscrizione presentata entro il 9 maggio o integrazioni documentali.

I Video di PMI

Aliquote IRPEF e scaglioni di reddito