Tratto dallo speciale:

Startup innovative: detrazioni IRPEF in UNICO 2014

di Alessandra Caparello

scritto il

Guida a tutte le agevolazioni IRPEF per chi investe in startup innovative e alla corretta compilazione del rigo RP80 in UNICO PF 2014.

Il decreto legge 179/2012 convertito con modificazioni dalla legge 221/2012 prevede incentivi fiscali per i soggetti IRES e IRPEF  che effettuano investimenti nel capitale sociale di imprese qualificate come “startup innovative”.

 => Requisiti e definizione di startup innovativa

  • Detrazione IRPEF 19% sugli investimenti in denaro delle persone fisiche per importi non superiori a 500mila euro per periodo d’imposta
  • Detrazione IRPEF 25% e deduzione IRES 27% sugli investimenti in startup innovative a vocazione sociale o che sviluppano e commercializzano esclusivamente prodotti o servizi innovativi ad alto valore tecnologico in ambito energetico.
  • Deduzione IRES del 20% sugli investimenti in denaro delle società per un importo non superiore a 1,8 milioni di euro per periodo d’imposta.

=> Investimenti start-up innovative: le detrazioni in vigore

Detrazioni IRPEF

Soffermandoci sulla detrazione per i soggetti IRPEF, il Titolo I del Tuir (Testo Unico Imposte sui Redditi) indica come beneficiari le persone fisiche residenti e non nel territorio dello Stato che effettuano un investimento agevolato:

  • persone fisiche, compresi esercenti arti e professioni;
  • imprenditori individuali;
  • enti non commerciali;
  • soggetti di cui all’articolo 5 del Tuir, residenti nel territorio dello Stato, che producono redditi in forma associata.

L’agevolazione compete anche ai soci di Snc e Sas, società semplici, equiparate a quelle di persone (di armamento, di fatto, associazioni senza personalità giuridica costituite fra persone fisiche per l’esercizio in forma associata di arti e professioni) e imprese familiari. Questi soggetti che investono in startup innovative hanno diritto a:

  • detrazione 19% dall’imposta lorda dei conferimenti effettuati nel capitale sociale di una o più startup innovativa, direttamente o tramite Oicr e altre società di capitali che investono prevalentemente in startup innovative.
  • detrazione 25% per investimenti in startup innovative “a vocazione sociale” o “che sviluppano e commercializzano esclusivamente prodotti o servizi innovativi ad alto contenuto tecnologico in ambito energetico”, secondo i codici Ateco 2007 indicati nella tabella allegata al decreto attuativo.

Calcolo detrazione IRPEF

L’investimento massimo su sui calcolare la detrazione deve essere mantenuto per almeno due anni e non può eccedere l’importo complessivo di 500mila euro per ciascun periodo d’imposta agevolato, anche nel caso in cui il beneficiario investa in più startup innovative. Gli investimenti – per essere considerati agevolabili – devono essere effettuati nei periodi di imposta 2013, 2014 e 2015.

=>Investimenti in startup innovative: istruzioni per l’agevolazione in UNICO

Compilazione UNICO PF 2014

Per essere fruibili le detrazioni devono essere indicate nel modello UNICO PF 2014, alla sezione  VI Altre detrazioni, Rigo RP80Detrazioni per investimenti in start up”, in cui riportare:

  • colonne 1 e 2: in caso di investimento diretto il codice fiscale della startup (“1” in colonna 2). In caso di investimento indiretto, il codice fiscale dell’Oicr o società di capitali (“1” in colonna 1) e quello della startup (“2” in colonna 2). I contribuenti che partecipano a società in nome collettivo o in accomandita semplice (anche per il tramite di società che ha optato per la trasparenza fiscale ai sensi dell’art. 116) indicano in colonna 1 il codice fiscale della società che abbia loro imputato la parte d’investimento in startup per la quale spetta la detrazione (“3”in colonna 2);
  • colonna 3: ammontare dell’investimento;
  • colonna 4: codice che identifica il tipo di investimento per determinare la percentuale di detrazione applicabile (“1” per investimenti in startup innovative con detrazione 19%; “2” per investimenti in startup sociali o energetiche con detrazione 25%);
  • colonne 5 e 6: ammontare totale degli investimenti per i quali è prevista rispettivamente la detrazione del 19% o 25%, da riportare nel rigo RN21, colonna 1. Nel caso di più investimenti, compilare un rigo per ciascuno utilizzando più moduli, riportare il numero di modulo nell’apposito spazio in alto a destra e compilare le colonne 5 e 6 esclusivamente sul primo modulo indicando in ciascuna il totale degli investimenti.