Il calendario fiscale di settembre 2021: tasse, imposte e cartelle

di Redazione PMI.it

scritto il

Versamento imposte per i contribuenti ISA, presentazione della dichiarazione dei redditi con 730, pagamento cartelle: il calendario fiscale di settembre.

L’appuntamento più importante è quello di metà settembre con le tasse derivanti dalla dichiarazione dei redditi per le Partite IVA e i contribuenti che applicano gli indici di affidabilità fiscale, ma c’è anche la scadenza di fine mese per pagare tutte le cartelle arretrate che erano state sospese dai provvedimenti Covid, dopo la ripresa della riscossione: settembre è dunque un mese denso di appuntamenti, con adempimenti particolari che si aggiungono alle ordinarie scadenze. Vediamo una breve panoramica del calendario fiscale alla luce dalla Risoluzione 53/2021 dell’Agenzia delle Entrate.

Tasse ISA da dichiarazione redditi

Entro il 15 settembre, i soggetti ISA devono pagare le imposte che derivano dalle dichiarazione dei redditi 2021 (quindi, dovute in base ai risultati dell’anno fiscale 2020) e versare IRAP e IVA posticipata (in quest’ultimo caso se non hanno scelto il versamento ordinario, che scadeva il 16 marzo scorso).

Possono effettuare il pagamento in un’unica soluzione oppure scegliere la rateazione in quattro tranche, fino a novembre. Il piano cambia a seconda del caso: per le partite IVA si pagano due rate in settembre e le altre due in ottobre e novembre. I soggetti non titolari di partita IVA che partecipano a società, associazioni e imprese, hanno la prima rata il 15 settembre e la seconda il 30 del mese, con le altre due a inizio e fine novembre.

Partite IVA: entro il 15 settembre 2021 la prima rata senza interessi, il 16 settembre 2021 la seconda rata con interessi dello 0,01%, la terza rata il 18 ottobre con interessi dello 0,34%, entro il 16 novembre 2021 la quarta rata con interessi allo 0,67%.

RATA SCADENZA – INTERESSI
prima 15 settembre 2021 – 0
seconda 16 settembre 2021 –  0,01%
terza 18 ottobre – 0,34%
quarta 16 novembre – 0,67%

Non titolari di partita IVA: entro il 15 settembre 2021 prima rata senza interessi, entro il 30 settembre 2021 la seconda con interessi allo 0,17%, il 2 novembre 2021 la terza rata con interessi allo 0,50%, il 30 novembre 2021 quarta rata con interessi allo 0,83%.

RATA SCADENZA – INTERESSI
prima 15 settembre – 0
seconda 30 settembre – 0,17%
terza 2 novembre – 0,50%
quarta 30 novembre –  0,83%

Scadenza del 15 settembre

Ricordiamo che la scadenza fiscale del 15 settembre riguarda tutti i contribuenti ISA che:

  • esercitano attività economiche per le quali sono stati approvati gli ISA e dichiarano ricavi o compensi di ammontare non superiore al limite stabilito per ciascun indice, a prescindere dal fatto che applichino o meno gli ISA (sono compresi anche i contribuenti che presentano cause di esclusione ISA;
  • Partecipano a società, associazioni e imprese in regime di trasparenza fiscale (quindi società di persone di cui all’articolo 5 del TUIR, testo unico imposte sui redditi, o srl trasparenti, ai sensi degli articoli 115 e 116 TUIR), aventi i requisiti per beneficiare della proroga;
  • che applicano il regime forfetario e/o il regime fiscale di vantaggio per l’imprenditoria giovanile e lavoratori in mobilità (oppure determinano il reddito con altre tipologie di criteri forfettari).

=> Cartelle esattoriali, le scadenze da settembre

Riscossione: versamenti e Rottamazione

Entro il 30 settembre, bisogna pagare tutte le pendenze sospese durante l’emergenza Covid, in considerazione della ripresa della riscossione a partire dal primo settembre. In sintesi, le cartelle e gli atti bloccati vanno saldate entro fine mese.

Stessa scadenza anche per il versamento delle rate di Rottamazione-ter e del Saldo e stralcio sospese da provvedimenti Covid: il 30 settembre scadono quelle originariamente erano dovute entro il 31 luglio 2020, mentre entro il 2 novembre bisognerà pagare l’ultima rata 2020 che scadeva il 30 novembre scorso; tutte le rate 2021 vanno interamente versate entro il 30 novembre 2021.

Presentazione Modello 730/2021

I lavoratori dipendenti, i pensionati e le altre categorie di contribuenti che presentano il modello 730 devono inviare la dichiarazione dei redditi entro il 30 settembre. La scadenza è la stessa sia per la presentazione effettuata direttamente dal contribuente tramite procedura telematica sul sito dell’Agenzia delle Entrate (Precompilata), sia per i modelli presentati tramite  CAF/professionisti.

Altre scadenze fiscali

  • 16 settembre: comunicazione delle liquidazioni IVA secondo trimestre, relativa al periodo 1° aprile-30 giugno 2021.
  • 30 settembre: adesione al servizio di conservazione delle fatture elettroniche dell’Agenzia delle Entrate.
  • 30 settembre: trasmissione dati al Sistema Tessera Sanitaria per il primo semestre 2021 (termine originario del 30 giugno prorogato con il D.M. 23 luglio 2021); imposta di bollo per e-fatture del secondo trimestre 2021 (se l’imposta dovuta in base alle fatture elettroniche emesse nei primi due trimestri non supera i 250 euro, si può prorogare al 30 novembre, insieme al pagamento del terzo trimestre).