Tratto dallo speciale:

Superbonus: come si detrae in 10 anni nel 730/2024

di Barbara Weisz

Pubblicato 10 Maggio 2024
Aggiornato 18:38

Come si esercita nel Modello 730/2024 l'opzione per la detrazione del Superbonus in dieci anni per le spese sostenute nel 2022: istruzioni di compilazione.

I contribuenti che hanno sostenuto spese ammesse al Superbonus nel 2022 senza poi cedere il credito o utilizzarlo come sconto in fattura, né portarlo in detrazione lo scorso anno, possono inserirla nel Modello 730 o Redditi PF 2024 spalmandola su dieci anni.

Ad oggi, la detrazione da Superbonus si recupera in quattro quote annuali, ma il DL 11/2024 (articolo 2, comma 3-sexies) ha introdotto l’opzione sopra esposta per la sola annualità 2022, anche se il Governo – come ha dichiarato il ministro dell’Economia Giancarlo Giorgetti – sta pensando di renderla obbligatoria.

Nel frattempo, vediamo come si devono comportare i contribuenti alle prese con la dichiarazione dei redditi 2024 che vogliono utilizzare quella che ad oggi è solo un opzione.

Superbonus 2022 detraibile in 10 anni dal 2024

Per le spese sostenute dal 1° gennaio al 31 dicembre 2022, si può applicare la detrazione in dieci quote annuali di pari importo a partire dal periodo d’imposta 2023, se i crediti non sono stati già utilizzati i detratti. L’opzione è irrevocabile ed è dunque esercitabile nella dichiarazione dei redditi dal 2024 in poi, a condizione che la rata relativa al periodo d’imposta 2022 non sia stata indicata in dichiarazione nel 2023 (nel qual caso si spalma complessivamente in 4 annualità).

In pratica, possono utilizzare la detrazione Superbonus spalmata su 10 anni solo i contribuenti che non hanno già utilizzato l’agevolazione nella dichiarazione dei redditi 2023 relativa al periodo d’imposta 2022.

Come si esercita l’opzione nel 730/2024

L’opzione si esercita compilando la dichiarazione dei redditi. Nel Modello 730/2024, le spese relative al Superbonus e alle altre detrazioni edilizie si indicano nel Quadro EOneri e spese, sezione III A, nei righi da E41 a E42 o nei righi E61-E62, a seconda della tipologia di intervento edilizio.

In entrambi i casi, nella colonna 1 si indica l’anno in cui sono state sostenute le spese, nella colonna 8 il numero della rata utilizzata nell’anno fiscale. Per esercitare l’opzione “decennale”, bisogna inserire in colonna 1 l’anno 2022, e in colonna 8 il numero 1, corrispondente alla prima rata.

Le altre colonne si compilano seguendo le normali istruzioni relative all’utilizzo del Superbonus (non ci sono specifiche indicazioni per chi ha deciso di spalmare la detrazione su dieci anni).

NB: deve essere compilato un rigo diverso per ciascun anno e per ciascuna unità immobiliare.

=> Scarica Modello e Istruzioni 730/2024

Quale importo di spesa si detrae

Per quanto concerne l’importo della detrazione, l’Agenzia delle Entrate ricorda che:

Per le spese sostenute nel 2022 rientranti nel Superbonus e che non sono state indicate nella dichiarazione dei redditi relativa all’anno d’imposta 2022, è possibile optare nella presente dichiarazione per una ripartizione in dieci rate.

Significa che per le spese 2022 spalmate in 10 anni di detrae il 110% dei costi sostenuti ed ammessi ad agevolazione, mentre per le spese sostenute l’anno seguente si applica lo sgravio al 90% in base alle previsioni di legge.