Stop alla Riscossione: le nuove FAQ delle Entrate

di Redazione PMI.it

scritto il

Aggiornate le risposte Agenzia Entrate - Riscossione alle domande più frequenti dopo la proroga della sospensione di cartelle e pagamenti: le novità.
Con l’attività di riscossione sospesa fino al 31 dicembre 2020 prevista dal Dl n. 129/2020 (in Gazzetta Ufficiale n. 260 del 20 ottobre), l’Agenzia delle Entrate-Riscossione (AdER) ha aggiornato  le FAQ su sospensioni notifica e pagamento cartelle, prorogate a fine anno lasciando invariati i soli termini delle rate 2020 per la definizione agevolata (rottamazione ter e saldo e stralcio), tenendo conto anche della nuova proroga a fine anno per l’estensione del termine di decadenza delle rateizzazioni (mancato pagamento di dieci rate anche non consecutive, anziché cinque).

Tra le nuove FAQ in materia di “Disposizioni urgenti in materia di riscossione esattoriale” emergono i seguenti chiarimenti.

Sospensione pagamenti

Sospensione fino al 31 dicembre 2020 del versamento di tutte le entrate tributarie e non tributarie derivanti da cartelle di pagamento, avvisi di addebito e avvisi di accertamento affidati all’Agente della riscossione dall’8 marzo. I pagamenti dovranno essere effettuati entro il 31 gennaio 2021.

Sospensione notifiche e pignoramenti

Fino al 31 dicembre 2020 sospensione delle attività di notifica di nuove cartelle, altri atti di riscossione e obblighi derivanti da pignoramenti presso terzi effettuati prima della data di entrata in vigore del decreto “Rilancio” su stipendi, salari, indennità di lavoro, pensioni e trattamenti assimilati. Dal 1° gennaio 2021 riprenderanno i pignoramenti,

Decadenza rateizzazioni

Per i piani di dilazione in essere all’8 marzo 2020 e per i provvedimenti di accoglimento richieste presentate fino al 31 dicembre 2020, la decadenza dalle rateizzazioni scatta in caso di mancato pagamento di dieci rate, anche non consecutive, invece di cinque.

Per i contribuenti decaduti dalla definizione agevolata (“rottamazione-ter”, “saldo e stralcio” e “definizione agevolata delle risorse Ue”), rimane la possibilità, di chiedere la dilazione del pagamento per le somme ancora dovute.

Crediti PA

Sospensione fino al 31 dicembre 2020 delle verifiche di inadempienza delle pubbliche amministrazioni e delle società a prevalente partecipazione pubblica per pagamenti di importo superiore a cinquemila euro. Le verifiche eventualmente già effettuate restano prive di effetto se l’Agente della riscossione non ha notificato l’atto di pignoramento.

Rottamazione e saldo e stralcio

Resta confermato il termine del 10 dicembre 2020 per mettersi in regola con il pagamento delle rate scadute nel 2019 per non perdere i benefici delle misure agevolative.

I Video di PMI