Tratto dallo speciale:

Rottamazione ter e saldo e stralcio in scadenza

di Barbara Weisz

scritto il

Ultimi giorni per aderire alla rottamazione ter e al saldo e stralcio: istruzioni per il Fai Da Te e aperture straordinarie degli sportelli.

Conto alla rovescia per i contribuenti che vogliono aderire alla rottamazione cartelle esattoriali e al saldo e stralcio: in entrambi i casi, la scadenza è il 30 aprile 2019. Mancano quindi pochi giorni per presentare la domanda che consente di sanare cartelle esattoriali affidate all’agente della riscossione fra il 2000 e il 2017. Nel caso nella rottamazione ter, si pagano per intero la somma originariamente dovuta, con uno sconto su sanzioni e interessi, mentre il saldo e stralcio, riservato a contribuenti con ISEE fino a 20mila euro, prevede uno sconto anche sull’imposta, con aliquote che cambiano a seconda della situazione economica.

=> Saldo e stralcio e Rottamazione: domande entro aprile

Rottamazione Ter

Sul portale dell’agente della riscossione ci sono tutte le istruzioni per presentare la domanda. Innanzitutto, si può utilizzare la procedura online Fai Da Te. Per quanto riguarda la rottamazione ter, fino a lunedì 29 aprile è possibile richiedere o consultare il prospetto informativo dei debiti che si possono sanare. Nel dettaglio, chi ha le credenziali per accedere all’area riservata può scaricare il prospetto fino alle 23.59 del 30 aprile. Chi invece lavora in area pubblica, può presentare la domanda fino alle 9 del 29 aprile: a questo punto, riceverà una prima e-mail di presa in carico con il numero identificativo della pratica e, se la richiesta è andata a buon fine, una seconda e-mail con un link da cliccare per scaricare il Prospetto informativo entro le 23.50 del 30 aprile.

=> Rottamazione, ammessa compensazione crediti

La domanda vera e propria di adesione alla rottamazione ter si può invece presentare entro le 23 o le 23.59 del 30 aprile, rispettivamente dall’area pubblica o da quella riservata. Si inseriscono i dati richiesti e, confermato l’invio, arriva una e-mail con un link da convalidare entro le 23.50 del 30 aprile (decorso tale termine, il link non sarà più valido e la richiesta viene automaticamente annullata). Una volta convalidata la richiesta, viene inviata una seconda e-mail di presa in carico con il numero identificativo della pratica e il riepilogo dei dati inseriti. Infine, se la documentazione allegata è corretta, arriva un’ultima e-mail di ricevuta con allegato il Modello DA-2018.

E’ possibile presentare la domanda anche inviando il modello DA-2018 alla casella PEC dell’agente di riscossione (online ci sono gli indirizzi degli uffici territoriali), oppure presentandosi direttamente agli sportelli.

Saldo e stralcio

Sul fronte del saldo e stralcio, stesse regole e stesse scadenze sia per la richiesta del prospetto informativo sia per la presentazione della domanda vera e propria. Il Modello SA-ST può essere inviato anche via PEC oppure consegnato agli uffici dell’Agenzia delle Entrate Riscossione.

=> Saldo e stralcio cartelle: come fare domanda online

Online si trovano tutti i modelli, le istruzioni, le Guide per effettuare correttamente gli adempimenti. Il Fisco ha poi previsto delle aperture straordinarie per dare massima assistenza ai contribuenti in questi ultimi giorni disponibili. Gli sportelli restano aperti anche sabato 27 aprile, dalle ore 8.15 alle ore 13.15 (ad eccezione di Avezzano e Treviso che chiuderanno alle 12.30). Ci sono poi sportelli che abitualmente effettuano orari ridotti che nelle giornate di lunedì 29 e martedì 30 avranno invece aperture straordinarie (l’elenco è disponibile sul portale dell’agente della riscossione).

Normativa di riferimento

Ricordiamo in estrema sintesi che la rottamazione ter è prevista dal dl 119/2018 e consente di sanare le cartelle esattoriali relative a debiti fiscali, contributivi e multe stradali affidate all’agente della riscossione fra il primo gennaio 2000 e il 31 dicembre 2017. E’ possibile pagare in un’unica soluzione entro il 31 luglio 2019 oppure in un massimo di 18 rate consecutive.

Il saldo e stralcio è invece stato introdotto dalla manovra 2019 (legge 145/2018) e prevede uno sconto anche sulla somma originariamente dovuta, applicando le seguenti aliquote:

  • 16% per contribuenti con ISEE fino a 8mila 500 euro;
  • 20% per ISEE da 8mila 500 a 12mila 500 euro;
  • 35% con ISEE da 12mila 500 a 20mila euro.

Si può utilizzare esclusivamente per i debiti fiscali o previdenziali dovuti da persone fisiche.

I Video di PMI

Flat tax: come funziona