Tratto dallo speciale:

Guida aggiornata alla Fatturazione Elettronica

di Redazione PMI.it

scritto il

L'Agenzia delle Entrate aggiorna la Guida alla Fatturazione Elettronica in vista dell'obbligo del 2019: normative, adempimenti, software e strumenti a disposizione.

Contribuenti obbligati oppure esonerati dall’obbligo di fattura elettronica che scatta il primo gennaio 2019, predisposizione della fattura, invio, ricezione, conservazione, procedure web, strumenti e servizi a disposizione sul portale “Fatture e corrispettivi”: tutte le indicazioni per imprese e professionisti in vista dell’obbligo di fatturazione elettronica previsto per il prossimo primo gennaio 2019 sono contenute nella Guida dell’Agenzia delle Entrate, aggiornata allo scorso 4 ottobre.

Fra i primi chiarimenti forniti dalla Guida, il fatto che l’obbligo previsto dalla legge 127/2015 (la manovra 2018), riguarda sia le cessioni di beni e servizi fra operatori IVA (business to business), sia quelle effettuate da un soggetto a partita IVA e un consumatore (business to consumer). Il documento di riferimento è la circolare delle Entrate del 30 aprile 2018.

Attenzione: queste regole riguardano esclusivamente le fatture elettroniche fra privati, per quelle verso la pubblica amministrazione (già obbligatorie da anni), restano valide le precedenti indicazioni. Anche le fatture elettroniche fra privati, come quelle verso la PA, transitano necessariamente sul sistema di interscambio SdI.

Ricordiamo brevemente che ci sono contribuenti esonerati dalla fatturazione elettronica, ovvero coloro che aderiscono al regime dei minimi previsto dal dl 98/2011 (con aliquota al 5%), e i forfettari al 15% in base alla legge 190/2014. Questi contribuenti non sono obbligati, ma possono comunque in via opzionale scegliere di emettere fatture elettroniche. Esonerati anche i piccoli produttori agricoli (articolo 34, comma 6, Dpr 633/1972).

L’Agenzia delle Entrate mette a disposizione dei contribuenti che devono emettere fattura elettronica diversi programmi informatici: il portale web Fatture e Corrispettivi, un software scaricabile su pc (che consente di predisporre le fatture anche in assenza di connessione a Internet), e una app per tablet e smartphone, Fatturee, disponibile sugli store Apple e Android. E’ sempre possibile utilizzare altri software disponibili sul mercato.

La Guida spiega nel dettaglio, fornendo anche esempi specifici, tutti i passaggi che bisogna effettuare per predisporre la fattura, inviarla al cliente e al Sdi, riceverla, conservarla, oltre a fornire indicazioni per utilizzare il portale Fatture e Corrispettivi.