Rateazione cartelle esattoriali Equitalia: procedura online

di LavoroImpresa

scritto il

EuroRichiedere la rateazione a Equitalia per una cartella esattoriale di importo non superiore a 50.000 euro diventa più facile. E’ stata avviata, infatti, una procedura online che permetterà di richiedere dilazioni di pagamento per importi iscritti a ruolo entro i 50.000 euro. Sarà sufficiente inserire i propri dati anagrafici o quelli dell’impresa per conto della quale si sta richiedendo la rateazione, l’importo e i dati della cartella che si intende rateizzare.

=> Equitalia: guida ai nuovi Servizi Online

Nuovo servizio messo a disposizione da Equitalia: sotto i 50.000 euro, le richieste di dilazioni si presentano online. E tutto sarà molto semplice. Per richiedere il pagamento dilazionato degli importi occorre compilare la propria scheda anagrafica, inserire i dati personali e specificare se la domanda è fatta per se stesso oppure per conto di terzi. In quest’ultimo caso saranno richiesti anche i dati dell’impresa per la quale si sta chiedendo il piano di rateazione. Al termine della procedura il sistema richiederà l’inserimento dei dati relativi alla  cartella esattoriale ossia il tipo di atto ricevuto, l’importo da saldare, il numero dell’atto e la relativa data di notifica. Una volta ricevuti i dati, Equitalia provvederà a inviare il piano di ammortamento con i relativi bollettini per effettuare il pagamento.

=> Rateazione debiti Equitalia: ultima chance per gli esclusi

La procedura online è abbastanza semplice: le finestre guidano l’utente nella compilazione dei diversi formulari e nell’inoltro della documentazione. Sono tre i passaggi fondamentali, quindi, per presentare la domanda di dilazione: nel primo step viene presentata la schermata in cui inserire i dati anagrafici; nel secondo step viene presentata la schermata in cui inserire i dati anagrafici della società; infine comparirà una schermata in cui inserire i dati della cartella. Attenzione, però. Questa nuova procedura non interesserà i contribuenti che necessitano di rateazioni di importi complessivamente superiori a 50.000 euro. In questo caso, infatti, la procedura prevede l’invio della richiesta tramite i canali tradizionali: posta raccomandata ovvero tramite la presentazione diretta della domanda allo sportello della riscossione. Equitalia potrà richiedere la presentazione di alcuni documenti aggiuntivi che attestino la situazione di difficoltà economica in cui versa il contribuente.