Intel: così saranno i negozi del futuro

di Giacomo Dotta

scritto il

I negozi del futuro saranno connessi, gestibili a distanza, basati sulla tecnologia e focalizzati sul coinvolgimento del visitatore per trasformarlo in cliente

In occasione della National Retail Federation Convention in corso a New York, Intel ha presentato il proprio concetto di negozio in proiezione futura. Utilizzando le ultime tecnologie del gruppo, Intel ha semplicemente rivisto l’idea del negozio plasmata su cassa e commesse, accentrando tutte le maggiori funzioni sulla tecnologia e dando così vita ad una commistione tra virtuale e reale la cui focalizzazione è sempre e comunque orientata alla vendita del prodotto finale.

La tecnologia può rivelarsi fondamentale nei negozi del futuro: dalle pubblicità alle casse, dalla richiesta di informazioni all’identificazione dei prodotti. Una produzione centralizzata valida per tutti i punti vendita, inoltre, consentirebbe un’esperienza di qualità impareggiabile con la quale ottenere massimo coinvolgimento del cliente e massima conversione sotto forma di acquisto. Jose Avalos, general manager della divisione Embedded Computing di Intel, spiega: «Le soluzioni innovative di Intel sono progettate per soddisfare le mutevoli esigenze del mercato di domani, promuovendo l ‘ interazione del marchio ed offrendo un ‘ esperienza di acquisto personalizzata e divertente. Le demo interattive illustrano come i rivenditori siano in grado di ridurre i consumi energetici, diminuire il TCO e aumentare i profitti».

I primi grandi gruppi sono già saliti a bordo: Adidas, Best Buy, Kraft Foods, MIT Media Lab e Procter&Gamble hanno contribuito al progetto ed alla realizzazione con Adidas in prima linea nella produzione del primo vero prototipo del negozio. Il cosiddetto adiVERSE è costituito da un video wall con immagini in tre dimensioni delle scarpe disponibili ed una serie di strumenti di interazione per fare in modo che, una volta entrati in contatto con il prodotto, la scelta d’acquisto sia mirata, informata e conclusa. Entro i prossimi 12 mesi il primo vero negozio Intel aprirà i battenti ed allora sarà possibile verificare dal vivo quanto la tecnologia possa spingere oltre un settore evolutosi con il marketing, ma sostanzialmente fondato sui medesimi dogmi da secoli.

La ricaduta di tale progetto potrebbe essere avvertita anche da PMI interessate a gestire più negozi o affiliate a catene di franchising: che l’elettronica sia il futuro in ogni settore è cosa nota, ma saranno soprattutto le avanguardie a potersi giovare dell’effetto novità e del traino che il negozio in sé potrebbe rappresentare nei confronti della clientela.