Tratto dallo speciale:

Trasformazione digitale: approccio agile e persone al centro

di Redazione PMI.it

scritto il

Pilastro della trasformazione digitale, la metodologia agile permette di rispondere ai cambiamenti e creare valore valorizzando il capitale umano.


La trasformazione digitale coinvolge interamente il mondo imprenditoriale, spingendo le aziende di tutte le dimensioni a implementare una serie di innovazioni non solo tecnologiche, ma anche culturali, organizzative e manageriali. La tecnologia rappresenta la chiave per cogliere le opportunità offerte dalla digitalizzazione, tuttavia il vero cambiamento parte dalle persone e non può prescindere dal pieno coinvolgimento del capitale umano. Dietro un percorso di digital transformation efficace si cela un approccio agile, vale a dire orientato alla flessibilità, alla velocità di risposta e alla capacità adattativa degli individui che permette di cogliere le innovazioni e applicarle nei vari ambiti operativi. Grazie a questo modus operandi, le imprese e le persone acquisiscono gli strumenti e le strategie più adatte ad accogliere i cambiamenti e le sfide quotidiane.

Metodologie adattive al servizio del business

Saper governare il cambiamento è diventata una priorità per le aziende e le PMI in particolare, che puntano a potenziare la competitività in un mercato sempre più variegato e complesso. È soprattutto nelle piccole e medie imprese che l’uso della tecnologia diventa un abilitatore del successo: sfruttare i principi dell’Agile è la strada da percorrere per raggiungere questo obiettivo. Nata come metodologia per la gestione dei progetti di sviluppo software, l’Agile è oggi uno dei pilastri della trasformazione digitale e determina un approccio al lavoro basato sulla la capacità di abbracciare le novità all’interno di un ambiente in rapida evoluzione.

Persone al centro per creare valore

Un approccio agile porta le imprese a promuovere le trasformazioni in grado di generare benefici e creare valore, a prescindere dal vantaggio economico. Le persone, quindi, rivestono un ruolo determinante e devono poter avere le competenze e le capacità necessarie per tramutare le idee in realtà. Essere agile significa quindi andare incontro alle nuove opportunità per supportare lo sviluppo dell’azienda, rispondendo ai cambiamenti che portano valore agli utenti finali.

Caratterizzate da uno spirito imprenditoriale sempre attivo e dinamico, le PMI hanno la capacità di anticipare i tempi e rappresentano un modello di riferimento per le grandi aziende, spesso legate a procedure prefissate e modelli organizzativi poco inclini alla flessibilità.

Approccio agile: la chiave per la digital transformation

Focalizzare l’attenzione sugli individui più che sui meccanismi produttivi è uno dei principi cardine del Mindset Agile, che sottolinea come i processi scaturiscano proprio dalle interazioni umane in ambito lavorativo. Valorizzare le persone come assolute protagoniste della rivoluzione digitale è l’obiettivo del progetto Operazione Risorgimento Digitale promosso da TIM, un vero e proprio hub in grado di offrire contenuti divulgativi e formativi fruibili gratuitamente da cittadini, imprese, Pubblica Amministrazione.

Dalla collaborazione con oltre 40 partner di eccellenza nascono percorsi ad hoc per favorire l’acceso a Internet e supportare la trasformazione digitale del mondo produttivo. Con il webinar “L’approccio agile: le persone al centro della trasformazione digitale”, Carmine Paragano, Program & Project Manager in NTT DATA Italia (uno dei principali player mondiali nell’ambito della Consulenza e dei Servizi IT), parte dal concetto di agilità e illustra le potenzialità di questa risorsa per accompagnare e facilitare la digital transformation, con focus sul mondo delle PMI.

Un’altra opportunità che Operazione Risorgimento Digitale offre ai dipendenti delle PMI è Digital Skills, il corso di formazione in modalità elearning che prevede la certificazione con rilascio dell’Open Badge. La fruizione dell’intero percorso attesta l’acquisizione delle 21 competenze digitali relative alle 5 aree di competenza del Framework DigComp 2.1: Informazione, Comunicazione, Creazione di contenuti, Sicurezza e Problem Solving.

La partecipazione a Digital Skills è gratuita. Per iscriverti vai QUI