Tratto dallo speciale:

Iscriversi al MEPA come fornitore PA: guida per imprese

di Barbara Weisz

scritto il

Il portale Acquistinretepa prevede una registrazione base, e una fase più complessa di abilitazione: guida all'iscrizione al Mercato Elettronico della PA.

I passaggi fondamentali per diventare fornitori della pubblica amministrazione iscrivendosi al MEPA, sono due: bisogna prima effettuare una registrazione base sul portale Acquistinretepa e poi un’abilitazione che consente di definire la propria attività sul mercato elettronico. La registrazione base prevede, con pochi passaggi, l’inserimento dei propri dati, ma va necessariamente completata con la successiva fase di abilitazione (che invece è più complessa).

=> MEPA: servizi di controllo per la PA

Registrazione

Per accedere alla registrazione base c’è un apposito link in alto a sinistra visibile da tutte le pagine del portale. Cliccandoci sopra, si arriva a una pagina che consente di effettuare o la registrazione o l’abilitazione. Questo secondo passaggio, però, non è possibile se non si è ancora registrati. Quindi, da questo schermata bisogna cliccare su Registrati.

A questo punto parte la procedura che richiede sei brevi passaggi, eccoli:

  1. La prima schermata è dedicata all’inserimento dei dati anagrafici (nome, cognome, codice fiscale, data di nascita, stato provincia e comune) e alle informazioni di contatto (telefono, fax, e-mail).
  2. Bisogna selezionare l’ambito di appartenenza, scegliendo dal menù a tendina fra le quattro opzioni previste (pubblica amministrazione, impresa italiana, impresa Ue, impresa extra Ue).
  3. Si inserisce il numero di partita IVA e poi si clicca sul pulsante “cerca”. A questo punto, il sistema è in grado di cercare l’impresa all’interno del proprio database.
  4. Nella schermata successiva, appare un elenco di imprese che corrispondono ai criteri precedentemente inseriti. Bisogna selezionare la ragione sociale della propria impresa. Se invece non appare la propria impresa, bisogna cliccare sul link di accesso alla registrazione manuale. Appaiono tutti i dati inseriti, e bisogna cliccare su conferma.
  5. Appare quindi una schermata con il proprio nome utente (che bisogna segnarsi) e chiede l’inserimento di una password. Dopo aver completato l’inserimento della password, si accettano le condizioni del disclaimer e quindi si clicca su salva.
  6. A questo punto il sistema invia un’e-mail, che bisogna aprire per cliccare sul link. La fase di registrazione viene così completata.

=> MEPA: obbligo sopra i 5mila euro

Attenzione: come detto, la fase di registrazione è solo la prima, ovvero non consente ancora di operare sul mercato elettronico della PA. Bisogna anche effettuare il passaggio successivo, ovvero l’abilitazione, attraverso la propria area personale (alla quale è possibile accedere dopo aver effettuato la registrazione).

Abilitazione

In questa fase, bisogna decidere se abilitarsi come legale rappresentante (che ha il potere di firma) o come operatore delegato. E abilitarsi per partecipare a bandi o ad altre iniziative. Qui ci vogliono firma digitale, PEC, un programma software per la conversione in pdf dei file. La procedura è più complicata, e soprattutto bisogna rifarla per ogni singolo bando a cui si vuole partecipare. A seconda delle varie scelte che si fanno nel corso della procedura, bisogna verificare di avere tutte le caratteristiche previste e presentare la documentazione e i capitolati tecnici. Ci sono help esplicativi e guide in tutte le schermate che consentono di avere le indicazioni necessarie per procedere. Attenzione: questa procedura di abilitazione termina solo dopo che la domanda di abilitazione è stata valutata dalla commissione e si riceve il pdf del catalogo, che bisogna firmare digitalmente.

Se quando si entra nel portale Acquistinrete appare la dicitura “registrato” significa che la procedura di abilitazione non è stata completata. Quando l’utente è effettivamente presente sul mercato elettronico (e quindi le pubbliche amministrazioni possono acquistare i prodotto in catalogo) dopo aver effettuato il login appare il proprio identificativo (legale rappresentante, oppure operatore delegato).

I Video di PMI

Servizi online della PA: credenziali di accesso