Startup Night: scambio di valore all’insegna della socialità

di Redazione PMI.it

scritto il

Un bilancio dell'evento per la valorizzazione dell'ecosistema startup romano: fare networking e parlare di innovazione all'insegna della convivialità.

Le startup nel Centro e Sud Italia ci sono e hanno anche voglia di farsi conoscere, per esportare le proprie idee oltre i confini regionali, trasmettendo propositività e spirito di iniziativa, incarnando nel concreto un modello replicabile di resilienza sul mercato.

La conferma è emersa nel corso della recente Startup Night, alla quale hanno partecipato gli oltre 20 neo-imprenditori o aspiranti tali per raccontare la propria visione e portarsi a casa feedback, contatti, riconoscimenti e, magari, potenziali investitori.

Negli ultimi anni, l’ecosistema startup romano è cresciuto esponenzialmente per effetto del boost dato dalla pandemia e al lavoro costante di player di settore che fungono da aggregatori, facilitatori e, se vogliamo, ecosystem builder rispetto a tutte le parti più o meno direttamente coinvolte nelle dinamiche dell’Open Innovation”, ha spiegato Andrea Solimene, CEO & Co-founder di Seedble. Ma perché una Startup Night?

Come ogni network sociale, anche l’ecosistema startup ha bisogno di momenti di socialità, incontro e interazione che permettano di rinsaldare i legami e attivare la contaminazione.

Nato dal lavoro coingiunto di Seedble, SCAI Comunicazione e Founder Institute Italy, l’evento ha voluto rappresentare un’occasione per valorizzare l’ecosistema startup laziale e capitolino e favorire l’incontro e lo scambio di valore tra generazioni differenti di imprenditori.

Speaker, mentor e giurati con expertise su diversi temi e settori come Gianmarco Carnovale (Roma Startup), Matteo Aliotta (LVenture Group), Ernesto Belisario (E-Lex), Luciano De Propris (ELIS) e tanti altri, hanno contribuito ad alimentare la fiamma dell’innovazione durante tutto l’evento con contributi sui temi dell’open innovation, della co-innovazione e dello startup business in generale, orientando i giovani imprenditori con una serie di spunti e feedback utili a validare e lanciare la propria idea sul mercato.

Tra momenti di confronto, round table, sessioni di pitch e competizioni tra startupper, la giornata è stata caratterizzata da un’atmosfera da “sogno americano” densa di opportunità e, nell’avvicendarsi dei diversi format previsti in agenda, è trascorsa  in un clima vibrante e conviviale come si addice a un vero e proprio party da Estate Romana.