Tratto dallo speciale:

Sirmi: -2% per il Mercato ICT e Digital Technology in Italia

di Noemi Ricci

scritto il

I dati rilevati da Sirmi per il terzo trimestre 2010 nel settore Digital Technology rivelano una sostanziale flessione. Tra i pochi settori virtuosi, Tablet PC e Notebook Consumer

Comunicati da Sirmi gli ultimi dati trimestrale sull’andamento del mercato Digital Technology in Italia: ICT -2% rispetto al IIIQ 2009, e in flessione sia IT che TLC. L’Information Technology è dunque in difficoltà, soprattutto per quanto riguarda i Servizi di sviluppo (-6,4%), e Servizi di gestione (-4,6%).

Come sempre negli ultimi anni, il trend negativo è trainato dal calo nella telefonia fissa (-3,8%), mentre come sempre tengono (poco) meglio le Tlc mobili (-0,4% per 5.619,8 milioni di euro).

A livello “End User” la spesa IT in prodotti e servizi nel terzo trimestre 2010 si è assestato a quota 4,774 milioni di euro, mentre gli investimenti in TLC raggiungono quota 9.824 milioni di euro.

I Server scendono nel complesso a -6,2%, per 71,6 milioni di euro di fatturato; le imprese sembrano infatti preferire il consolidamento e la virtualizzazione. Segno più, invece, per il settore Hardware, +2% per 1.620,4 milioni di euro. Leggera crescita (+0,7%) per 844,0 milioni di euro per il Software che però inizia a crescere più lentamente, tanto che gli analisti prevedono una chiusura per il 2010 non particolarmente positiva.

In calo anche i prodotti di Consumer Electronics: -4% dovuto al contributo negativo dei Decoder DTT, ai quali si preferiscono i televisori con tecnologia digitale integrata.

Molto bene infine l’andamento per Tablet PC e Notebook Consumer (+33%), a discapito di Netbook (-2,5%)e DeskTop Consumer (-10%). Nel complesso, dunque, i PC Client fanno segnare un +17,3%, con 704,5 milioni di euro di fatturato.