Startup innovative, tutti i numeri

di Barbara Weisz

scritto il

Le startup innovative crescono del 7,07% sul 2014, il valore della produzione aumenta del 33,42%, più della metà sono in perdita: i dati del Mise aggiornati con i bilanci 2015.

Aumentano le startup innovative in Italia, che hanno un valore della produzione media intorno ai 152mila euro, e nella maggioranza dei casi (57%) sono in perdita: sono i dati del nono rapporto trimestrale sulle startup innovative realizzato dal ministero dello Sviluppo economico in collaborazione con Unioncamere e Infocamere, che per la prima volta rivela i dati sui bilanci 2015. Le stratup innovative iscritte al registro imprese a fine settembre 2016 sono 6mila363, in aumento del 7,07% sull’anno precedente.

=> Startup innovative, i settori più finanziati

Il capitale sociale è pari a 335,5 milioni di euro (52,7 mila euro a impresa), con un decremento del 4,5% sul trimestre precedente (contro il -1,2% delle società di capitali). Il numero di startup innovative a prevalenza giovanile (in termini di partecipazione al capitale), è pari al 22,4% del totale, quota più di tre volte superiore a quella delle società di capitali (6,85%). Il 70,52% delle startup innovative fornisce servizi alle imprese (soprattutto software e consulenza informatica, attività di R&S, il 19,6% nell’industria in senso stretto, il 4,4% nel commercio. La Lombardia si conferma la regione con il maggior numero di startup innovative, seguita da Emilia Romagna, Lazio, Veneto, Campania.

Il 43,63% ha almeno un dipendente, il numero di soci e addetti è aumentato del 47,51% in un anno. Per quanto riguarda i bilanci (disponibili per 3mila853 imprese, il 60,55% delle iscritte), il valore della produzione media (come detto, a 152mila euro), è cresciuto del 33,42% sull’anno precedente. La metà delle nuove imprese innovative ha prodotto nel 2015 non più di 30mila860 euro, +44.86% sull’anno prima. Il reddito operativo complessivo è di poco superiore agli 88 milioni di euro (contro i 61 milioni 2014). La percentuale delle imprese in perdita (57.07%), è molto simile a quello del 2014 (56,54%). Gli indici di redditività sono mediamente negativi, ma riferiti alle sole società in utile sono migliori di quelli delle altre società di capitali. (Fonte: Registro Imprese)